Albert Uderzo: il co-creatore e illustratore di Asterix muore a 92 anni

Albert Uderzo con le sue creazioni Astérix (r) e ObélixCopyright dell’immagine
Getty Images

leggenda

Albert Uderzo con le sue creazioni Astérix (r) e Obélix

Albert Uderzo, che ha disegnato i fumetti di Asterix, è morto all’età di 92 anni.

I libri, sulle avventure dei guerrieri gallici in lotta contro l’Impero romano, apparvero per la prima volta sulla rivista franco-belga Pilote nel 1959.

Urderzo riprese a scrivere dopo la morte del suo amico e autore originale René Goscinny nel 1977.

La serie continua ancora oggi con un nuovo titolo, con l’ultimo libro, Asterix e la figlia dello chef, pubblicato lo scorso ottobre.

“Albert Uderzo è morto nel sonno a casa sua a Neuilly, dopo un infarto non correlato al coronavirus”, ha detto il genero Bernard de Choisy all’agenzia di stampa AFP.

Nel 2011, l’illustratore di origine italiana ha consegnato le redini a un artista più giovane dopo 52 anni di disegno del famoso eroe dei fumetti.

Qualche anno dopo, Uderzo concluse una battaglia legale di sette anni con sua figlia Sylvie – fuori dal tribunale – per la tenuta di famiglia.

Un’illustrazione originale firmata per una prima copertina del libro a fumetti Astérix venduta per oltre 1,4 milioni di euro (1,25 milioni di sterline) in un’asta a Parigi nel 2017.

In una recente edizione dei Desert Island Discs della BBC Radio 4, lo sceneggiatore Russell T Davies ha scelto di portare “il libro più bello mai realizzato”, Asterix e l’agente romano, nell’isola immaginaria.

Seguiteci su Facebooko su Twitter @BBCNewsEnts. Se hai un suggerimento via e-mail

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *