Aurlus Mabélé: la leggenda della musica congolese muore per “coronavirus”

Aurlus MabeleCopyright dell’immagine
Youtube

leggenda

Aurlus Mabélé ha venduto oltre 10 milioni di album

La star della musica congolese Aurlus Mabélé è morta all’ospedale di Parigi, la capitale della Francia, all’età di 67 anni.

Post di amici e parenti sui social media dicono che è morto di un coronavirus, ma questo non è confermato.

I suoi fan lo hanno definito il re dei soukous, una musica da ballo congolese ad alto ritmo popolare in tutta l’Africa.

Sua figlia, cantante francese Liza Monet, twittata Giovedi suo padre è morto per un coronavirus. “Sono inconsolabile”, ha scritto.

Membro del supergruppo Loketo, anche Mav Cacharel dice su Facebook che è morto di un coronavirus.

Il suo manager, Jimmy Ouetenou, ha tuttavia dichiarato alla BBC Africa che non è stato confermato che sia morto di coronavirus e che abbia avuto problemi di salute a lungo termine.

È stato ricoverato in ospedale giovedì ed è morto lo stesso giorno.

Mabélé, il cui vero nome è Aurélien Miatsonama, era originario del Congo-Brazzaville e si trasferì in Francia negli anni ’80.

I suoi successi includono la traccia di Embargo.

Ouetenou ha detto che sono già in corso colloqui con il governo congolese per farlo seppellire nel suo paese d’origine.

Nel frattempo, la sua bara verrà messa in una camera blindata fino a quando le restrizioni di viaggio dovute al coronavirus saranno revocate, riferisce Rose-Marie Bouboutou della BBC Africa.

Mabélé reso soukous nel mondo

Di Gaïus Kowene, BBC News, Kinshasa

Sotto il suo vero nome Aurélien Miatshonama, Mabélé fondò Les Ndimbola Lokole con i suoi amici a Brazzaville e registrò alcuni dei successi più importanti che mossero il continente africano negli anni ’70, come Embargo, Zebola e Waka Waka.

Successivamente, si trasferì a Parigi dove fondò un altro gruppo, Loketo, che significa “fianchi” in Lingala, la lingua della maggior parte delle canzoni dei Soukou, che è ampiamente parlata nella Repubblica Democratica del Congo occidentale e in Congo – Brazzaville.

Con oltre 10 milioni di album venduti in 30 anni di carriera musicale, Aurlus Mabélé ha portato il souk oltre l’Africa, in tutto il mondo.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *