Coronavirus: dovresti far giocare i tuoi figli con altri bambini?

I bambini giocanoCopyright dell’immagine
Alamy

Mentre sempre più scuole chiudono in tutto il mondo, i genitori stanno lottando con ciò che i loro figli possono e non possono fare. Il tuo bambino dovrebbe uscire a giocare con gli amici? O la distanza sociale significa la fine del loro tempo di gioco?

Se Katherine Wilson potesse tornare indietro e cambiare qualcosa, dice che non avrebbe cenato in famiglia con i vicini.

Due settimane fa, quando Covid-19 si diffuse in tutta Italia ma il governo non aveva ancora richiesto alle persone di rimanere a casa, la madre di due adolescenti a Roma fu invitata a una piccola cena con due altre famiglie.

“Mio marito ed io abbiamo pensato che fossimo nell’appartamento di qualcuno, non è come se fosse un grande raduno”, ha detto alla BBC.

All’epoca, la signora Wilson, una scrittrice americana sposata con un italiano, disse che lei e molte altre mamme consideravano le recenti chiusure delle scuole come vacanze prolungate.

“È come: ‘Oh, è grandioso, è un po’ come una breve vacanza, andiamo in questo parco dove non siamo mai stati in grado di andare. ‘”

Ma guardando indietro, dopo aver visto come il virus ha devastato il paese, dice che vorrebbe essere stata più proattiva nel limitare i movimenti della sua famiglia.

“È stato un po ‘sconsiderato andarsene. Ma era come dire che no sarebbe stato piuttosto estremo.”

Pochi giorni dopo, il governo italiano ha rilasciato un blocco totale. Ciò significa che non ci sono parchi né date di gioco.

“In un certo senso, il blocco totale è più facile dell’incertezza di dover prendere decisioni che sono state sfidate dai tuoi figli, sfidate dai tuoi amici”, ha detto.

“C’è stato un buon giudizio, sia per quelli considerati troppo estremi sia per quelli che sono stati considerati a prenderlo troppo alla leggera.”

Copyright dell’immagine
Katherine Wilson

leggenda

La famiglia Wilson

Molti genitori in tutto il mondo si sentono confusi come la signora Wilson riguardo alle regole del gioco e alla socializzazione.

Da un lato, i governi potrebbero non aver imposto restrizioni che limitano la circolazione delle persone. D’altra parte, i funzionari sanitari sostengono che la distanza sociale è necessaria per fermare la diffusione della malattia.

Una partita a tennis è corretta? Una gita al parco giochi locale? Una data di gioco a casa di un amico?

Il dott. Keri Althoff, professore di epidemiologia presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, nel Maryland, afferma che la distanza sociale richiede che tutti, bambini e adulti, rimangano a una distanza di due metri l’altro in ogni momento. Non significa sport come il basket o il calcio.

Sebbene possano esserci giochi a basso contatto come il tennis o il nascondino in modo che i bambini possano giocare insieme, è difficile chiedere ai giovani di regolarsi durante le ore di gioco vigoroso.

“Nessuno tiene spazio uno sopra l’altro in un parco giochi – non è questo l’obiettivo del parco giochi”, afferma.

Ci sono anche prove che la malattia può vivere sulle superfici per giorni, dice, quindi è meglio evitare “superfici a contatto elevato” come campi da gioco e attrezzature sportive.

Sebbene i bambini di solito presentino solo lievi o nessun sintomo di coronavirus, possono comunque diffondere il virus ad altri.

Ciò significa che mentre tuo figlio e il suo amico possono sembrare perfettamente sani, potrebbero comunque diffondere la malattia ad altri membri della loro comunità, compresi gli adulti che potrebbero avere sintomi più gravi.

“I genitori devono anche prendersi cura di se stessi”, ha detto Althoff.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCoronavirus: Perché ci tocchiamo il viso e come possiamo smettere di farlo?

I governi locali devono essere più chiari sul significato della distanza sociale, afferma la dott.ssa Katherine Semrau, epidemiologa di AriadneLabs.

“Ciò che facciamo ora ha un impatto su ciò che facciamo in due, tre, quattro settimane.” lei dice.

Anche se la tua comunità non ha rinchiuso, come ha fatto in Italia, la signora Semrau afferma che è giunto il momento per le persone di assumersi il compito di “andare al numero minimo di posti per il minimo tempo” .

Althoff afferma che i genitori dovrebbero prevedere ulteriori restrizioni nei prossimi giorni e fare un piano con i propri figli su come gestirlo.

“Ciò che può essere più angosciante per le famiglie è quando sembra che stia accadendo all’improvviso. Quindi i genitori, fanno un piano.”

Le due donne hanno affermato che l’estraneità sociale non significa anti-sociale e hanno sottolineato l’importanza di uscire e connettersi con amici e familiari online.

Come praticare il distanziamento sociale divertendosi

  • Segui i consigli dell’autorità sanitaria locale per scoprire quali tipi di attività sono sicuri
  • Evitare campi da gioco o altre aree “ad alto contatto” come negozi di giocattoli o aree giochi
  • Esci! Fai passeggiate nella natura e gite in bicicletta e porta attività che arricchiscono l’esperienza
  • Interagisci con amici e familiari su Internet. Lascia che i bambini usino la loro immaginazione l’uno con l’altro facendo mestieri o facendo finta con la chat video

Angela Pyle, che insegna all’Ontario Institute for Studies in Education presso l’Università di Toronto, afferma che è importante lasciare che i bambini usino la loro immaginazione e abbiano tempo libero non strutturato in modo che non non sentirsi troppo rinchiuso.

“Spesso ai bambini piace solo giocare a giochi immaginari, a loro piace avere piccole bambole o piccoli animali o cose e giocano solo attraverso questi scenari fantasiosi. E quel tipo di gioco funziona molto bene con FaceTime.”

La signora Pyle ha dovuto trovare il modo di intrattenere la propria figlia di sette anni a Toronto, dove i leader della comunità consigliano a tutti di essere socialmente distanti e le scuole e gli asili nido sono chiusi.

“Giocheremo a casa, andremo a fare passeggiate nel quartiere, gite in bicicletta, gite in scooter. Tutto ciò che ci porta fuori di casa e qualche giro in bici e scooter, senza andare nei parchi dove troppe persone si incontrano “. “

Dice che portare cose come appunti, carta o foglietti adesivi ha contribuito a rendere queste escursioni all’aperto più attraenti per la sua giovane figlia.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *