Coronavirus: la pandemia “accelera”, avverte l’OMS mentre i casi aumentano a 300.000

Una persona viene testata per il virus Covid-19 a Villeurbanne, Francia (23 marzo 2021)Copyright dell’immagine
AFP

leggenda

Il capo dell’OMS ha invitato il gruppo di nazioni del G20 ad aumentare la produzione di dispositivi di protezione

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha avvertito che la pandemia di coronavirus sta “accelerando”, con oltre 300.000 casi confermati.

Ci sono voluti 67 giorni dal primo rapporto di Covid-19 per raggiungere 100.000 casi, 11 giorni al secondo 100.000 e solo quattro giorni al terzo 100.000.

Ma il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che è ancora possibile “cambiare rotta”.

Ha esortato i paesi ad adottare test rigorosi e strategie di tracciamento dei contatti.

“Ciò che conta di più è ciò che facciamo. Non puoi vincere una partita di calcio difendendoti. Devi anche attaccare”, ha detto in una conferenza stampa congiunta con il presidente. di Fifa, Gianni Infantino, per lanciare una campagna di “caccia al coronavirus” con protagonisti i calciatori. .

Il dottor Tedros ha affermato che chiedere alle persone di rimanere a casa e altre misure di distanziamento fisico è un modo importante per rallentare la diffusione del virus, ma le ha descritte come “misure difensive che non ci aiuteranno a vincere” .

“Per vincere, dobbiamo attaccare il virus con tattiche aggressive e mirate – testare ogni caso sospetto, isolare e prenderci cura di ogni caso confermato, cacciare e mettere in quarantena tutti i contatti stretti”.

Il dott. Tedros ha espresso preoccupazione per le notizie da tutto il mondo di un gran numero di infezioni tra gli operatori sanitari, che sembrano essere il risultato di una carenza di adeguati dispositivi di protezione individuale.

“Gli operatori sanitari possono svolgere efficacemente il proprio lavoro solo se possono farlo in sicurezza”, ha ammonito. “Anche se facciamo tutto il resto correttamente, se non diamo la priorità alla protezione degli operatori sanitari, molte persone moriranno perché l’operatore sanitario che avrebbe potuto salvare la vita è malato”.

Ha affermato che l’OMS ha collaborato con i partner per razionalizzare e dare priorità all’uso dei dispositivi di protezione e per colmare la carenza globale di tali dispositivi.

Ma ha osservato: “Le misure messe in atto per rallentare la diffusione del virus possono avere conseguenze indesiderate del peggioramento della carenza di dispositivi di protezione essenziali e dei materiali necessari per realizzarli”.

Il capo dell’OMS ha chiesto “impegno politico e coordinamento politico a livello globale” e ha detto che avrebbe chiesto ai leader del gruppo di nazioni del G20 questa settimana di lavorare insieme per aumentare la produzione di equipaggiamento protettivo , evitare i divieti di esportazione e garantire un’equa distribuzione. secondo necessità.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *