Coronavirus: l’Austria indaga sulle attività del comprensorio sciistico Ischgl per “nascondersi”

Turisti dello sci a Ischgl, Austria, 29 novembre 2013Copyright dell’immagine
EPA

leggenda

Ischgl non fu chiuso fino a poche settimane dopo che il lavoratore si ammalò (file foto)

L’Austria sta indagando su un bar in una stazione sciistica nota per non aver segnalato casi di coronavirus.

L’indagine si concentra sulle notizie secondo cui un lavoratore si è ammalato alla stazione di Ischgl, nella provincia del Tirolo, a febbraio.

La stazione è stata collegata a centinaia di casi in Austria, Germania e nei paesi scandinavi. Nonostante ciò, le piste e i bar del resort sono rimasti aperti per settimane.

L’Austria ha dichiarato lunedì di aver confermato 3.611 casi, con un aumento del 19% in un giorno.

L’Europa è l’attuale epicentro della pandemia di coronavirus. È confermato che oltre 100.000 persone sono state infettate in tutto il continente, con l’Italia che è il paese più colpito.

La località di Ischgl – una piccola città di circa 1.500 abitanti nelle Alpi austriache – è nota per la sua vita notturna e concerti annuali dopo la fine della sua stagione sciistica.

I rapporti suggeriscono che un lavoratore in un famoso bar, Kitzloch, si è ammalato a fine febbraio. Tuttavia, questo non è stato confermato ufficialmente.

I visitatori provenienti da Islanda, Danimarca, Norvegia, Germania e Austria hanno iniziato tutti i test per il coronavirus dopo essere tornati dalla città all’inizio di marzo.

I governi hanno iniziato a elencare la città come una zona a rischio, sebbene le autorità locali abbiano minimizzato le preoccupazioni. Kitzloch fu chiuso solo il 10 marzo e la città fu infine chiusa il 13 marzo.

Werner Kurz, sindaco di Ischgl, ha dichiarato al quotidiano tedesco Der Spiegel che la chiusura è stata “un disastro” per la città, dicendo: “Abbiamo applicato tutte le normative in modo tempestivo”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaIl controllo della realtà affronta i consigli sulla salute ingannevoli condivisi online

Il ministro della sanità austriaco, Rudolf Anschober, ha annunciato che il numero di test aumenterebbe “in modo massiccio”, con controlli più regolari da parte del personale ospedaliero.

“Il numero di test è in aumento e continuerà ad aumentare drammaticamente nelle prossime due o tre settimane”, ha affermato in una nota.

In altri sviluppi in tutta Europa:

  • Il bilancio delle vittime in Spagna ha raggiunto i 2.182, ha detto il governo dopo che 462 persone sono morte nelle ultime 24 ore.
  • Il segretario alla salute britannico ha dichiarato che coloro che ignorano i consigli del governo erano “molto egoisti” e ha avvertito che potrebbero essere prese ulteriori misure per combattere la pandemia.

  • L’Italia ha vietato alle persone di viaggiare fuori dal comune in cui si trovano, anche per tornare al loro luogo di residenza abituale, tranne per motivi urgenti di lavoro o di salute
  • Gli aerei da trasporto militari russi hanno iniziato a fornire ventilatori, attrezzature per la disinfezione e squadre mediche di cui l’Indonesia ha un disperato bisogno, rivendicando il maggior numero di vite al mondo.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *