Coronavirus: le aziende a banda larga affermano che la domanda aggiuntiva non è un problema

L'uomo sorridente indossa il casco con i piedi sollevati, cullando il cane mentre si digita sul computer portatileCopyright dell’immagine
Getty Images

leggenda

I compiti a casa sono tutt’altro che ideali per molti, ma gli ISP insistono sul fatto che la tua connessione funzionerà

Le compagnie britanniche a banda larga affermano di essere in grado di gestire la domanda crescente poiché più persone restano a casa durante la crisi del coronavirus.

I provider di servizi Internet (ISP) dichiarano di avere in atto piani di emergenza e che la rete potrebbe dover affrontare ulteriori richieste diurne.

Le videochiamate e altre applicazioni aziendali dovrebbero avere scarso impatto.

Ma alcuni servizi ad alto traffico stanno sperimentando un maggiore utilizzo in tutto il mondo mentre le persone rimangono a casa.

“Nessuno dovrebbe aspettarsi che la banda larga diminuisca o qualcosa del genere”, ha dichiarato Mark Jackson, direttore di ISP Review. “Non è così che funzionano queste cose.”

Ha aggiunto: “È possibile un certo rallentamento della velocità durante i periodi di utilizzo molto intenso. Mi aspetto che questo sia abbastanza limitato, e questo è vero anche in tempi normali.”

L’impatto varierebbe tra gli ISP in diverse aree, ha detto – ma la maggior parte sono predisposti per far fronte a un improvviso aumento.

“Più che sufficiente”

La domanda nelle ore di punta serali può essere fino a dieci volte superiore rispetto alla giornata lavorativa.

Ma Openreach, che gestisce gran parte dell’infrastruttura del Regno Unito, ha affermato che la rete esistente è già stata costruita per gestire il picco della domanda.

“Ad esempio, la partita Liverpool vs Everton, trasmessa in diretta da Amazon Prime a dicembre, ha generato picchi di traffico significativi sulla nostra rete senza causare grossi problemi ai nostri clienti”, ha affermato.

La sensazione è ripresa dagli ISP, indipendentemente dal fatto che utilizzino o meno la rete Openreach.

  • Suggerimenti e strumenti per lavorare meglio a casa
  • I colloqui di lavoro vengono pubblicati online quando i candidati rimangono a casa

Howard Watson, Chief Technology Officer di BT, ha dichiarato: “Abbiamo una capacità più che sufficiente nella nostra rete a banda larga nel Regno Unito per gestire i compiti su larga scala.

“Anche se lo stesso grande traffico di dati che vediamo ogni notte dovesse essere eseguito durante il giorno, c’è ancora abbastanza capacità per le applicazioni di lavoro da eseguire contemporaneamente.”

TalkTalk ha affermato che i suoi servizi “registrano regolarmente picchi di domanda” e che la società era fiduciosa di poter gestire un aumento del traffico.

Virgin Media ha dichiarato di non aver ancora visto “picchi significativi nel traffico di rete”, ma ha in programma piani per un tale evento.

La trasmissione in diretta di partite di calcio a Natale ha generato “livelli record di traffico Internet”, ha dichiarato Vodafone, ma la rete ha resistito.

Per quanto riguarda il segnale mobile, un portavoce ha affermato che “sposta la capacità” quando un gran numero di persone sta a casa. “Possiamo metterlo alla prova ogni volta che nevica nel Regno Unito”, hanno aggiunto.

Afflusso di giochi online

I giochi online ricevono una spinta mentre le persone restano a casa.

Steam, la più grande piattaforma di gioco per PC al mondo, ha raggiunto un nuovo massimo assoluto domenica con oltre 20 milioni di giocatori alla volta.

Lo strumento di tracciamento di terze parti SteamDB ha affermato che la registrazione era “probabilmente dovuta al fatto che molte persone stavano a casa a causa del coronavirus”.

La scorsa settimana, una società di telecomunicazioni italiana ha dichiarato di aver visto un’impennata dei giochi dopo la chiusura delle scuole.

Il CEO di Telecom Italia ha dichiarato agli analisti che il traffico Internet è aumentato del 70% – “con un forte contributo di giochi online come Fortnite”.

Epic Games, proprietario di Fortnite, ha dichiarato di non commentare il numero di giocatori.

Nel frattempo, il lancio di un nuovo gioco di Call of Duty – e le grandi dimensioni di download necessarie – hanno coinciso con un nuovo record di traffico elevato attraverso lo scambio di Internet a Londra – qualcosa che il sito Web di Mark Jackson ha coperto la scorsa settimana.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *