Coronavirus: l’Europa sta già cercando di estendere i blocchi dei virus

Passanti all'ospedale La Paz di Madrid. La Spagna è al suo quinto giorno di chiusuraCopyright dell’immagine
EPA

leggenda

Passanti all’ospedale La Paz di Madrid. La Spagna è al suo quinto giorno di chiusura

Le nazioni europee stanno già cercando di estendere i blocchi in atto per cercare di arginare l’epidemia di coronavirus.

Un blocco imposto il 12 marzo in Italia, dove il bilancio delle vittime potrebbe presto superare la Cina, si estenderà oltre la data fissata per il 25 marzo, ha annunciato il suo Primo Ministro.

La Francia ha affermato che potrebbe essere esteso anche il suo blocco di 15 giorni, con i leader europei titubanti a fissare una scadenza per porre fine alle misure di crisi.

Ci sono stati 207.000 casi in tutto il mondo e circa 8.600 morti.

La Banca centrale europea (BCE) ha lanciato un pacchetto di emergenza di 750 miliardi di euro (820 miliardi di dollari; 700 miliardi di sterline) per mitigare l’impatto della pandemia, il capo Christine Lagarde twittando “che non ci sono limiti “al suo impegno nei confronti dell’euro.

I mercati europei si sono stabilizzati all’apertura, entrando in territorio positivo, sebbene i mercati asiatici siano rimasti volatili: il Nikkei ha chiuso in calo dell’1%.

L’UE ha introdotto severi controlli alle frontiere. I viaggiatori esterni vengono allontanati dagli aeroporti e dai confini dopo che il blocco di 27 paesi ha imposto un divieto di 30 giorni per fermare la diffusione del coronavirus.

Ma i leader dell’UE hanno anche convenuto che le frontiere interne che erano state erette in questi giorni dovrebbero cadere.

Nel frattempo, il negoziatore europeo per la Brexit Michel Barnier ha dichiarato di essere risultato positivo al coronavirus.

Ha detto su Twitter: “Sto bene e di buon umore”.

E i blocchi italiani e francesi?

L’Italia ha chiuso la maggior parte delle aziende e ha vietato le riunioni pubbliche in tutto il paese il 12 marzo.

Ma il Primo Ministro Giuseppe Conte ha dichiarato giovedì: “Le misure che abbiamo preso … devono essere estese oltre la loro data originale”.

Ha detto che le misure avevano significato “abbiamo evitato il collasso del sistema”.

Ma ha detto al Corriere della Sera che “non possiamo riprendere la vita immediatamente come prima” anche quando le misure finiscono.

L’Italia ha riportato un aumento di 475 morti in un giorno di mercoledì. Qualsiasi cifra simile giovedì vedrebbe il bilancio ufficiale delle vittime di 3.130 morti in Cina, secondo un elenco attuale fornito da Johns Hopkins.

Un rapporto dell’Istituto Superiore di Sanita sulle morti nel 2003 di persone confermate positive per il coronavirus ha rivelato che tre regioni, tutte a nord, erano di gran lunga le più colpite.

La Lombardia rappresentava il 71%, l’Emilia-Romagna il 17% e il Veneto il 3,9%. Nessuna delle altre 13 regioni aveva oltre il 2% del totale e 10 di loro avevano meno dell’1%.

Alcuni studi indicano il gran numero di persone anziane nelle regioni colpite e che una grande percentuale di 18-34 anni vive con loro a casa. Diversi dati demografici in altri paesi possono aiutare a ridurre i decessi.

La Francia ha iniziato il suo blocco martedì mattina, costringendo i cittadini a portare un documento che spiega perché non erano a casa.

Giovedì, il Ministro degli Interni francese, Christophe Castaner, ha dichiarato alla radio Europa 1: “Il termine di 15 giorni potrebbe essere prorogato. Se necessario, il governo lo prolungherà”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCoronavirus: i canali di Venezia sembrano più chiari dopo il blocco

Ha detto che 4.095 biglietti sono stati dati ai trasgressori e 70.000 controlli effettuati da mercoledì mattina. La multa è di € 135 ($ 150; £ 123).

“Alcune persone pensano di essere una sorta di eroe dei giorni nostri quando infrangono le regole – ma sono sciocchi e un pericolo per se stessi”, ha detto.

Cos’altro sta succedendo in Europa?

Mercoledì scorso il cancelliere tedesco Angela Merkel ha parlato al paese in televisione, cosa che ha fatto solo per il suo messaggio annuale di Capodanno.

“La situazione è grave. Prendila sul serio. Non dalla riunificazione tedesca, no, non dalla seconda guerra mondiale, il nostro paese ha dovuto affrontare una sfida che dipende così tanto dalla nostra solidarietà collettiva”, ha detto. .

La Germania non ha imposto misure rigorose, sebbene abbia chiuso scuole e molte aziende e spazi pubblici. Le persone possono ancora uscire e socializzare, ma i media tedeschi hanno affermato che il suo discorso sembra essere un ultimo avvertimento per evitare blocchi obbligatori.

La Merkel non ha annunciato nuove misure, ma ha affermato che potrebbe cambiare in qualsiasi momento.

La Germania ha riportato un aumento di 10.999 casi giovedì, i decessi rimangono bassi ma sono aumentati a 20, ha affermato il Robert Koch Institute.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLaura Foster della BBC spiega come riconoscere i sintomi del coronavirus.

Il Regno Unito non ha ancora imposto severe misure di preclusione, ma ha annunciato la chiusura delle scuole. Il Primo Ministro Boris Johnson non è stato in grado di dare una data di riapertura.

Londra è la zona più colpita del Regno Unito e ha iniziato a tagliare i servizi di trasporto.

La Russia ha annunciato la sua prima morte di coronavirus mercoledì – una donna di 79 anni è morta di polmonite a Mosca.

La Russia, che ha riportato solo 147 casi, ha temporaneamente negato l’ingresso agli stranieri. Insiste di essere trasparente con le sue figure, dopo che alcuni analisti hanno messo in dubbio il numero basso.

In altri movimenti:

  • Austria Giovedì ha chiuso il suo hotspot della provincia del Tirolo fino al 5 aprile – solo i residenti, i lavoratori designati e le merci possono entrare
  • Slovenia vietare la socializzazione negli spazi pubblici da venerdì
  • Portogallo Mercoledì è stato dichiarato uno stato di emergenza per 15 giorni a livello nazionale, ma il Primo Ministro Antonio Costa ha affermato che potrebbe essere prorogato e addirittura durare per diversi mesi.
  • Re Felipe di Spagna Mercoledì sera ha pronunciato un potente discorso televisivo, dicendo agli spagnoli “che il virus non ci sconfiggerà, ma al contrario che ci renderà più forti come società”. La Spagna avvia un’indagine sulla casa di riposo di Madrid che lascia 19 morti
  • Norvegia Il Parlamento ha approvato giovedì un pacchetto di misure di emergenza per l’occupazione e l’assistenza sanitaria
Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *