Coronavirus: New York avverte di gravi carenze in 10 giorni

L'immagine mostra il sindaco di New York Bill de BlasioCopyright dell’immagine
Reuters

leggenda

Il sindaco della città, Bill de Blasio, ha avvertito che “sarebbero morte persone che avrebbero potuto vivere diversamente”.

L’epidemia di coronavirus a New York peggiorerà, con danni accelerati dalla carenza di forniture mediche chiave, ha affermato il sindaco della città.

“Siamo a circa 10 giorni di distanza dal vedere carenze diffuse”, ha detto Bill de Blasio domenica. “Se non otteniamo più fan, la gente morirà.”

Lo Stato di New York è diventato l’epicentro dell’epidemia negli Stati Uniti e rappresenta quasi la metà dei casi nel paese.

Ora ci sono 31.057 casi confermati a livello nazionale, con 390 morti.

Il Governatore dello Stato Andrew Cuomo ha dichiarato domenica che 15.168 persone erano risultate positive al virus, con un aumento di oltre 4.000 rispetto al giorno precedente.

“Tutti gli americani meritano la verità”, ha dichiarato Blasio a NBC News. “Sta solo peggiorando, e infatti aprile e maggio saranno molto peggio.”

New York ora rappresenta circa il 5% dei casi Covid-19 in tutto il mondo.

Venerdì, il presidente Donald Trump ha approvato una dichiarazione di disastro statale che gli ha permesso di accedere a miliardi di dollari in aiuti federali.

Ma il signor de Blasio ha continuato a criticare l’amministrazione per quella che considerava una risposta inadeguata.

“Non posso essere abbastanza diretto: se il presidente non agisse, la gente morirebbe chi avrebbe potuto vivere diversamente”, ha detto. “Sarà la più grande crisi interna dalla Grande Depressione”, ha aggiunto, riferendosi alla crisi economica degli anni ’30.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei media60 giorni di coronavirus negli Stati Uniti – in 60 secondi

I medici di New York City hanno riferito di forniture mediche esaurite e di una mancanza di dispositivi di protezione per gli operatori sanitari in prima linea nell’epidemia.

Gli avvertimenti di tali carenze sono emersi in tutto il paese, mentre altri governatori statali hanno supplicato il governo federale di rendere disponibili più forniture.

In California, le autorità hanno chiesto agli ospedali di limitare i test sul coronavirus. Nel frattempo, un ospedale dello Stato di Washington – un tempo il centro dell’epidemia degli Stati Uniti – ha dichiarato che potrebbe esaurire i ventilatori entro aprile.

E domenica, il governatore dell’Illinois JB Pritzker ha dichiarato che gli Stati “competono” per le forniture di virus.

“Abbiamo bisogno di milioni di maschere e centinaia di migliaia di abiti e guanti”, ha detto. “Ne prendiamo solo una frazione. Quindi siamo sul mercato aperto in competizione per questi articoli di cui abbiamo così tanto bisogno.”

Il Senato degli Stati Uniti dovrebbe riunirsi domenica per votare un progetto di legge di stimolo di emergenza del valore di quasi $ 2 trilioni (£ 1,7 trilioni) per alleviare l’impatto economico punitivo della pandemia.

Un voto finale per l’adozione della legislazione è previsto per oggi.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *