Coronavirus: Twitter vieta i consigli “pericolosi” sull’epidemia

Logo Twitter sul telefono sullo sfondo del logo TwitterCopyright dell’immagine
Getty Images

Twitter afferma che rimuoverà i contenuti che promuovono richieste non verificate e disinformazione sul coronavirus.

Ha detto che i tweet che potrebbero mettere le persone a maggior rischio di contrarre Covid-19 sarebbero stati banditi in base alle norme di sicurezza riviste.

Ciò include affermazioni non verificate secondo cui gruppi specifici sono più sensibili al coronavirus.

Copre anche la negazione della consulenza di esperti e di consigli non ufficiali su come diagnosticare o trattare il virus.

“Lo applicheremo in stretto coordinamento con partner di fiducia, tra cui autorità e governi della sanità pubblica e continueremo a utilizzare e consultare le informazioni provenienti da queste fonti durante la revisione del contenuto”, ha affermato Twitter in un articolo. sul suo sito web.

I contenuti dannosi verranno ordinati, ha aggiunto, dando la priorità alla cancellazione dei tweet che “pongono il maggior rischio di danno”.

Tuttavia, il corrispondente tecnico della BBC Rory Cellan-Jones afferma che non esiste alcuna opzione specifica per la segnalazione di tweet di questo tipo.

“Dato il volume di disinformazione da parte di tutti, dagli attivisti anti-5G agli omeopati che spingono falsi rimedi, Twitter si è prefissato quello che sembra un compito impossibile”, ha detto.

“Potrebbe anche essere accusato di pregiudizi occidentali o liberali, come è accaduto nei precedenti tentativi di sopprimere altri tipi di disinformazione.

“Ed è poco chiaro come si aspetta che la community di Twitter aiuti – nessuna delle categorie per la segnalazione di un tweet sembra specificare la disinformazione”.

Segue un annuncio di Facebook, Google, Microsoft e Reddit all’inizio di questa settimana in cui si sono impegnati a lavorare con i governi per combattere la disinformazione e aiutare a connettere coloro che si isolano.

“Stiamo lavorando a stretto contatto sugli sforzi di risposta di Covid-19”, ha affermato la dichiarazione congiunta.

“Stiamo aiutando milioni di persone a rimanere in contatto mentre combattono le frodi virali e la disinformazione, aumentando il contenuto autorevole sulle nostre piattaforme e condividendo aggiornamenti critici in coordinamento con le agenzie sanitarie del governo di tutto il mondo intero.”

I siti di social media e i motori di ricerca collocano già i consigli ufficiali del SSN e dell’Organizzazione mondiale della sanità in cima ai risultati di ricerca.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *