Enormi folle si sono radunate sull’iconica Bondi Beach di Sydney nonostante la paura dei coronavirus. Quindi ora si chiude ufficialmente

I veicoli formano una lunga coda per entrare nel checkpoint di Woodlands a Singapore il 17 marzo.
I veicoli formano una lunga coda per entrare nel checkpoint di Woodlands a Singapore il 17 marzo. Catherine Lai / AFP / Getty Images

Due persone sono morte a Singapore dopo aver contratto il nuovo coronavirus – le prime morti per città-stato legate alla pandemia globale da quando il virus è apparso per la prima volta settimane fa.

Le vittime erano una donna di 75 anni e un uomo di 64 anni, secondo il Ministero della Salute di Singapore. Sono morti entrambi in un ospedale locale.

Il cittadino di Singapore contrasse il virus il 23 febbraio. Aveva una malattia cardiaca cronica e una storia di ipertensione.

L’uomo, un cittadino indonesiano, aveva anche una storia di malattie cardiache. È stato infettato il 14 marzo.

Riunioni annullate: Riunioni di 250 o più persone sono state bandite a Singapore fino alla fine di giugno per prevenire la diffusione del virus, ha annunciato venerdì il Ministero della Salute.

Per eventi con meno di 250 partecipanti, gli organizzatori sono tenuti a tenere le persone ad almeno 1 metro di distanza, secondo il rapporto.

I ristoranti e i luoghi di intrattenimento possono rimanere aperti, ma una distanza di almeno 1 metro deve essere mantenuta tra i tavoli e tra i posti.

Il governo ha anche sollecitato i datori di lavoro a introdurre misure per ridurre le strette interazioni fisiche tra dipendenti e facilitare il telelavoro quando possibile.

Ha anche sottolineato la responsabilità personale, affermando:

La responsabilità sociale è un fattore critico nel rallentare la trasmissione del virus. Abbiamo bisogno che tutti i Singapore facciano la loro parte nella lotta contro COVID-19. I Singapore dovrebbero quindi aderire a questi principi di distanza di sicurezza per i loro incontri privati, anche se si svolgono in piccoli gruppi. Ciò significa ridurre la frequenza di queste attività e ridurre al minimo il contatto fisico tra loro. Coloro che non stanno bene, anche con lievi sintomi simil-influenzali, dovrebbero consultare un medico e rimanere a casa per evitare di diffondere la malattia ad altri. Dobbiamo tutti fare la nostra parte per proteggere noi stessi, la nostra famiglia, i nostri amici e le persone che ci circondano.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *