Febbre di cabina: cos’è, come “guarire”

L’origine del termine è un po ‘torbida, ma probabilmente risale ai primi del 1900 in Nord America, quando può essere una persona sola in una zona remota o in una cabina, in particolare durante l’inverno quando era necessario rimanere in casa per giorni alla volta. Un’altra spiegazione risale agli inizi del 1800, quando la frase avrebbe potuto riferirsi alla casa legata alla febbre tifo.

“La febbre di cabina non è come un disturbo psicologico, quindi non direi che ci sia una definizione ufficiale”, ha detto Vaile Wright, psicologa e direttore della ricerca clinica e della qualità in American Psychological Associazione.

Potrebbe non essere una condizione reale, ma i sentimenti a cui è associata lo sono.

“Implica una serie di emozioni negative e angoscia legate a movimenti limitati: irritabilità, noia, una certa disperazione e persino, in termini di comportamento, irrequietezza e difficoltà di concentrazione. Sarebbe la costellazione di sintomi che ci si aspetterebbe se sperimentassero questo. ”

Come gestite le lotte dei bambini durante un blocco? Abbiamo chiesto agli esperti

La tua personalità e il tuo temperamento sono i principali fattori nella velocità con cui sviluppi questi tipi di emozioni, ha detto Wright.

Se sei più estroverso nella natura e non sei abituato a stare a casa, probabilmente avrai maggiori probabilità di sentirti in quel modo, ha detto Wright.

Ci sono persone che lo avvertono all’istante, ha affermato Paul Rosenblatt, psicologo e professore emerito di scienze sociali familiari all’Università del Minnesota, che ha studiato la febbre da cabina negli adulti negli anni ’80.

“Immaginano un futuro in cui potrebbero essere a casa a lungo e lo sentono”, ha detto.

Coloro che vedono l’auto-quarantena come un modo per pulire finalmente la loro casa, saldare le bollette, organizzare il loro armadio o perseguire un nuovo hobby potrebbero richiedere più tempo per raggiungere la febbre di cabina, s “Lo fanno”, disse Rosenblatt.

Indipendentemente dal gruppo a cui appartieni, Wright e Rosenblatt raccomandano diversi modi per allentare la tensione nella tua mente e farti sentire meno vincolato nella tua stessa casa.

Stabilire una routine

Invece di trattare questa esperienza come una vacanza, ha detto Wright, dovresti sempre alzarti e fare tutto ciò che normalmente faresti durante il tuo vecchio programma. O più che puoi.

Come mantenere pulito e sano il posto di lavoro durante la nuova epidemia di coronavirus

“Alzati mentre ti alzi, assicurati di farti sempre la doccia, di vestirti e di non mentire in pigiama tutto il giorno”, ha aggiunto.

Mangiare pasti a orari regolari può anche aiutarti a rimanere strutturato.

Mescola un po ‘il tuo spazio

Il tuo spazio abitativo potrebbe avere qualcosa a che fare con la febbre da cabina che provi, ha detto Wright.

Come lavorare da casa senza perdere la testa

“Se hai uno spazio abitativo relativamente grande [in which] puoi spostarti in stanze diverse e mescolare un po ‘il tuo spazio, probabilmente stai un po’ meglio. ”

Ristrutturare una stanza in modo che non sia esattamente lo stesso stile ogni settimana può rendere la tua casa più fresca e non così soffocante.

Resta attivo fisicamente e mentalmente

“Se non sai di essere stato esposto o infetto, l’allontanamento sociale non significa che non puoi uscire”, ha detto Wright. “Andare fuori, prendere un po ‘d’aria fresca, passeggiare – queste sono tutte cose davvero importanti da fare.”

Stai cercando film con i bambini a casa? Cosa guardare oltre i soliti sospetti

A volte aiuta a “vivere per l’ora o l’ora” e dire “Non so cosa farò più tardi oggi o domani, ma ecco una breve storia che volevo leggere, oppure C’è una rivista che non leggo “, ha detto Rosenblatt. Puoi anche tenere un elenco aggiornato dei podcast che vuoi ascoltare, dei nuovi album musicali che vuoi guardare e dei film che vuoi guardare. .

Connettiti con gli altri …

“Sappiamo anche che dalla ricerca su argomenti come la quarantena e l’isolamento, è molto importante rimanere connessi socialmente”, ha dichiarato Wright. “Ovviamente, in questo momento può essere difficile perché l’obiettivo non è quello di avere un contatto faccia a faccia.”

Wright suggerisce di pensare a modi per connettersi virtualmente, che si tratti di inviare messaggi agli amici, parlare al telefono, chat video, unirsi alle comunità online e ricevere suggerimenti per altre persone su come gestire la noia e la frustrazione.

 Come prevenire le paure del coronavirus che influiscono sulla salute mentale

È indispensabile consultare amici, familiari e colleghi che potrebbero avere la febbre da cabina, ha affermato Rosenblatt.

“Ho vecchi amici che si trovano in centri di vita assistita che sono rinchiusi e dirò: ‘Ti sto pensando e spero che vada tutto bene.’ A volte sentirò che lo apprezzano “, ha detto Rosenblatt. “Le persone hanno paura. Aiuta molti di noi a trovarsi nella stessa barca.”

… ma anche tempo di separarsi

A volte una delle sfide della febbre da cabina è che non la senti, ma qualcuno con cui vivi può sentirla fortemente, ha detto Rosenblatt.

“È anche un problema: gestire le tue differenze e il modo in cui gestisci la febbre da cabina.”

Parenting attraverso il blocco del coronavirus

Famiglie e coppie “hanno bisogno di un certo equilibrio tra unità e appartenenza, ed essere intrappolati insieme è certamente un rischio per livelli molto alti di unità che potrebbero essere difficili per molte coppie e famiglie, anche se si amano “, ha detto Rosenblatt. .

Se hai posti separati in casa, vai lì se non riesci a tollerare il tuo partner mentre guarda la TV mentre legge un libro. Oppure, prenditi cura dei singoli hobby su cui ogni persona può concentrarsi quando è necessaria una pausa.

Abbraccia il disagio

Combattere i sentimenti di febbre di cabina alla fine dipende da cosa sta succedendo e che esiste un processo per accettarlo, ha detto Rosenblatt.

“Parte di ciò che rende tutto difficile in questo momento è che non sappiamo quanto durerà”, ha detto Wright. “Senza avere una scadenza specifica, devi aspettarti che sia un po ‘il nostro nuovo standard.”

“C’è una curva di apprendimento per affrontarla”, ha detto Rosenblatt. “Potresti sentirti come senza speranza oggi o davvero difficile oggi. E poi domani o in un’ora, potresti imparare cose o entrare in un altro solco in cui le cose funzionano.”

Se possiamo arrivare a un luogo di accettazione che non ci deve piacere quello che sta succedendo ed è “così in questo momento”, potremmo essere in grado di usare meglio le nostre risorse per trovare le cose che sono sotto il nostro controllo, ha detto Wright.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *