I medici affermano che la perdita dell’olfatto potrebbe essere un sintomo di Covid-19

“L’anosmia, in particolare, è stata osservata in pazienti che sono risultati positivi al coronavirus senza altri sintomi”, ha dichiarato una dichiarazione sul sito web dell’Accademia.

Questi sintomi “meritano una seria considerazione per l’autoisolamento e lo screening di queste persone”, afferma la nota.

L’accademia ha fatto il suo annuncio dopo che ENT UK, un’organizzazione professionale che rappresenta i chirurghi dell’orecchio, del naso e della gola nel Regno Unito, ha dichiarato sabato in una dichiarazione separata sul suo sito Web che l’anosmia potrebbe essere un altro sintomo di infezione con il nuovo coronavirus.

Nella letteratura medica è noto da tempo che improvvisa perdita di odore, o anosmia, può essere associato a alcune infezioni respiratorie.
“Si ritiene che i coronavirus precedentemente descritti rappresentino il 10-15% dei casi. Forse non sorprende quindi che il nuovo virus COVID-19 causi anche anosmia nei pazienti infetti”, Dichiarazione ENT UK mi ha detto.
Vuoi un test del coronavirus - ecco perché il tuo medico probabilmente non te lo darà

“Esistono già buone prove in Corea del Sud, Cina e Italia che un numero significativo di pazienti con comprovata infezione da COVID-19 ha sviluppato anosmia”, afferma la nota.

“In Germania, più di 2 casi confermati su 3 soffrono di anosmia. Nella Corea del Sud, dove i test sono più diffusi, il 30% dei pazienti positivi ha presentato l’anosmia come sintomo principale in casi altrimenti lievi.”

I disturbi dell’olfatto e del gusto sono generalmente trattati da uno specialista di orecchie, naso e gola. Una valutazione di a disturbo dell’olfatto di solito include un esame fisico di orecchie, naso e gola; una revisione della tua storia medica e un test degli odori, tra gli altri test.
Nel complesso, “Penso che stiamo ottenendo un po ‘più di informazioni sui tipi di sintomi che i pazienti possono avere”, ha detto lunedì mattina il principale corrispondente medico della Galileus Web, il dott. Sanjay Gupta.
“In uno studio condotto in Cina, dove hanno esaminato alcuni dei primi pazienti, circa 200 pazienti, hanno scoperto che i sintomi digestivi o gastrointestinali erano effettivamente presenti in circa la metà dei pazienti”, ha detto Gupta.

“Inizialmente, si pensava che fosse quasi interamente respiratorio”, ha detto, aggiungendo che “febbre, tosse e respiro corto” sembrano ancora essere i sintomi dominanti di Covid-19.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *