Il dollaro è in lacrime. Ecco perché è inquietante

Il valore del biglietto verde è aumentato, in aumento di oltre il 7% rispetto a un paniere di altre valute – come l’euro, la sterlina britannica e il franco svizzero – poiché ha raggiunto il punto più basso dal 2021 il 9 marzo.
Ma questa forte domanda da parte di altri paesi del mondo ha creato una crisi di liquidità, essenzialmente una carenza di dollari. Si teme che ciò possa turbare ulteriormente i mercati finanziari globali.

“Questo crollo dell’attività globale lascia molte persone con debiti in dollari USA da finanziare e non abbastanza dollari per farlo”, ha detto lo stratega della società generale Kit Juckes in un rapporto.

“Non importa che non debbano quei dollari agli americani … ciò che conta è che hanno bisogno di dollari e ne hanno bisogno ora”, ha aggiunto Juckes.

La Fed spolvera il libro di gioco del 2008 per evitare una nuova crisi finanziaria
Questo sembra essere il motivo principale della decisione della Federal Reserve di distribuire nuovi prestiti in dollari (chiamati linee di swap) domenica alle cinque principali banche centrali e un’estensione del programma con altre nove banche centrali giovedì.
La Fed ha annunciato nuovi piani venerdì aumentare la frequenza degli swap in dollari con la Bank of Canada, la Bank of England, la Bank of Japan, la Banca centrale europea e la Banca nazionale svizzera.

Gli arrangiamenti saranno ora giornalieri – a differenza del solo settimanale – da lunedì e dureranno almeno fino alla fine di aprile.

“Si nota qualsiasi stress nei mercati finanziari all’ingrosso e tutto ciò che viene fatto per affrontarlo è importante. L’espansione delle linee di scambio in più paesi potrebbe continuare a migliorare i vincoli finanziari in valuta estera”, ha detto Lauren Goodwin, economista e stratega del portafoglio multi-asset di New York Life. Investimenti, in un rapporto.

L’aumento del dollaro potrebbe creare un altro grosso problema per le gigantesche multinazionali americane, che stanno già cercando di combattere il calo della domanda all’estero a causa della pandemia di COVID-19.

Un dollaro forte rende le esportazioni americane più costose – e quindi meno competitive – dei prodotti fabbricati all’estero.

Vantaggi anche per un dollaro forte

Tuttavia, la domanda per il dollaro è anche un buon segno psicologico.

Ciò dimostra che gli investitori di tutto il mondo sono ancora convinti che lo status dell’America sia la più grande economia del mondo e il dollaro come valuta di riserva mondiale.

“Il dollaro si sta radunando perché è un rifugio sicuro. E ci sono dei vantaggi”, ha affermato Brent Schutte, capo stratega degli investimenti presso la Northwestern Mutual Wealth Management Company.

Con questo in mente, Schutte ha affermato che gli investitori non dovrebbero preoccuparsi di ciò che il dollaro farà agli utili aziendali. Un dollaro più forte rende anche i prodotti importati più economici per i consumatori americani.

“Gli Stati Uniti sono ancora la potenza economica numero uno sul pianeta. C’è un motivo per cui i dollari e le cambiali sono considerati i più sani del mondo. È inevitabile e, a lungo termine, non lo è non è dannoso “, ha affermato Ric Edelman, fondatore di Edelman Financial Engines, una società che fornisce consulenza per piani 401 (k).

Tuttavia, alcuni esperti si chiedono se il dollaro possa rimbalzare molto più lontano da questi livelli.

Potrebbe essere il momento che il dollaro ritorni alcuni dei suoi guadagni, specialmente mentre altri paesi stanno iniziando a rendersi conto che devono sostenere le proprie valute.

“Il rischio principale per il dollaro è l’intervento del G7 sulle valute. Con l’aumento del biglietto verde che ha causato molte valute ai minimi pluriennali, le banche centrali dal Brasile alla Norvegia si sono precipitate per evitare ulteriori perdite” ha dichiarato Kathy Lien, Managing Director di FX Strategy. presso BK Asset Management, in un rapporto.

“Ci sono ottime possibilità che l’azione coordinata a livello globale sia la prossima. Se colpiscono il mercato, sarà vendere dollari, non comprarli”, ha detto Lien.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *