La cosa più spaventosa che Anthony Fauci ha detto di Trump

Tra gli alti e bassi delle reazioni del presidente Donald Trump all’epidemia di coronavirus, Fauci è stata una presenza costante, rassicurante e onesta sulla natura e l’entità della minaccia alla vita americana.

Il che mi porta a qualcosa che Fauci ha detto di Trump con notevole candore intervista a Science Magazine Domenica. Ecco lo scambio (grassetto mio):

giornalista: Hai partecipato a conferenze stampa in cui ci sono cose in corso con le quali non sei d’accordo, è giusto dirlo?

Fauci: Beh, non sono d’accordo sul merito. È espresso in un modo che non vorrei esprimere, perché potrebbe portare a un malinteso sui fatti riguardanti un determinato argomento.

Ora, Fauci è il più educato possibile qui. Ma non commettere errori, quello che dice è questo: Trump dice cose che non sono vere in queste conferenze stampa quotidiane della task force del Coronavirus.

È una cosa molto, molto brutta.

Sia che sostenesse che la FDA approvasse un vaccino contro la malaria da usare per curare il coronavirus (non lo fecero), la sua insistenza sul fatto che le cose migliorassero (il chirurgo generale americano ha detto lunedì “questa settimana sarà male”). ) o la sua affermazione secondo cui GM e Ford fanno fan (non lo sono), esiste un modello dimostrato di mentire qui dal Presidente.

Il che, in circostanze normali, è negativo. Ma in una crisi come quella causata dalla pandemia di coronavirus, la capacità di fidarsi dei nostri leader è fondamentale.

Se il presidente parla in un modo che “potrebbe portare a un malinteso sui fatti riguardanti un determinato argomento” (nelle parole di Fauci), allora la possibilità che informazioni errate vengano trasmesse al pubblico è alta. E questa disinformazione potrebbe costare la vita.

Il punto: La relazione rilassata di Trump con la verità non è nuova. Ma queste circostanze lo sono. E rendono ciò che fa molto più pericoloso.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *