L’epidemia di coronavirus negli Stati Uniti colpisce il giorno più mortale, con oltre un terzo degli americani che rimangono a casa

Le misure arrivano in un momento doloroso per gli Stati Uniti: il giorno più mortale fino ad oggi, con 100 nuovi decessi associati a coronavirus segnalati lunedì.

“Questa settimana peggiorerà e peggiorerà la prossima settimana”, Dr. Leana Wen, visiting professor alla George Washington University, ha detto alla Galileus Web lunedì sera. “La gravità della situazione dipende dalle azioni che possiamo intraprendere oggi”.

Le parole di Wen fanno eco alla previsione fatta dal chirurgo americano Jerome Adams lunedì: “Questa settimana sarà cattiva”.

“Abbiamo davvero, davvero bisogno che tutti restino a casa”, ha detto alla NBC “Oggi”.

Martedì ci sono stati più di 42.660 casi di coronavirus nel paese – circa la metà a New York. Almeno 541 americani sono morti.

Questi stati hanno implementato gli ordini di soggiorno a domicilio. Ecco cosa significa per te

Con il Governatore di New York Andrew Cuomo, almeno altri 15 governatori hanno annunciato ordini di residenza in stati come Illinois, Louisiana, Ohio, Oregon, Washington e Hawaii. I 16 ordini entreranno in vigore entro mercoledì.

In Georgia, il sindaco di Atlanta Keisha Lance Bottoms lunedì sera ha annunciato un ordine di “soggiorno a casa” di 14 giorni per la città.

“In tutto il mondo, stiamo assistendo a un crescente senso di urgenza e tutti dobbiamo fare sacrifici per spezzare la catena di infezioni ed evitare lo scenario peggiore”, ha affermato in una nota.

Ma mentre i leader delle città e dello stato hanno fatto pressioni affinché si facesse di più per mantenere separati i residenti – dalla chiusura delle sbarre al divieto di riunioni pubbliche e al mantenimento di tutti mondo a casa – il presidente ha dichiarato che il Paese sarà nuovamente operativo “molto presto”.

“L’America sarà presto di nuovo aperta agli affari”, ha detto il presidente Donald Trump lunedì. “Molto prima di tre o quattro mesi che qualcuno ha suggerito. Molto prima.”

Messaggi in conflitto

La scorsa settimana, la Casa Bianca ha pubblicato delle linee guida per esortare gli americani a evitare di mangiare in bar o ristoranti e per evitare incontri di più di 10 persone.

E sebbene non abbia piani per la quarantena nazionale, Trump ha affermato che l’epidemia potrebbe durare fino a luglio o agosto negli Stati Uniti. Un piano federale ottenuto dalla Galileus Web ha mostrato che il governo si stava preparando per una pandemia che potrebbe durare 18 mesi o più.

Ma lunedì sera, il presidente ha detto “non ci vorrà molto” fino a quando le cose non torneranno alla normalità.

“Noi … abbiamo una grande squadra che lavora su quali saranno i prossimi passi una volta che la comunità medica darà il via libera a un’area. “disse Trump. “Il nostro paese non è stato costruito per essere chiuso. Non è un paese costruito per questo”.

Ma i funzionari sanitari hanno detto la mancanza di misure efficaci e il fatto che i residenti ignorino le direzioni del distanziamento sociale e dell’isolamento potrebbero portare a un ulteriore aumento dei casi e dei ricoveri che travolgeranno il sistema sanitario del paese.

“Vediamo medici e infermieri che chiedono attrezzature mediche, chiedono ventilatori, chiedono dispositivi di protezione”, ha affermato il dott. Wen. “Vediamo che le cose sfuggono al controllo senza sapere come le controlleremo.”

“E poi sentire il Presidente parlare di come ridurremo le restrizioni in un momento in cui abbiamo una diffusione esponenziale di questa malattia... in realtà invia un messaggio confuso. ”

Sindaco di New York: una settimana di scorte rimaste

A New York City, epicentro dell’epidemia negli Stati Uniti, il sindaco Bill de Blasio ha dichiarato la scorsa settimana che le forniture mediche negli ospedali pubblici potrebbero durare fino ad aprile. Lunedì ha detto che potrebbero durare un’altra settimana.

“Posso solo garantire … che possiamo passare questa settimana con le attrezzature e le forniture che abbiamo”, ha detto de Blasio. “È la dura realtà.”

L’ufficio del sindaco ha detto che la città aveva bisogno di 45 milioni di camici chirurgici, tute, guanti e maschere forniti all’inizio di aprile. De Blasio ha detto che lunedì ne vuole centinaia ventilatori.

“Se non avremo fan questa settimana, inizieremo a perdere vite che avremmo potuto salvare. Non posso essere più categorico di così.”

De Blasio e Cuomo – così come altri governatori – hanno invitato il governo federale a garantire che gli stati dispongano delle forniture di cui hanno bisogno. Trump la scorsa settimana ha dichiarato di invocare la legge sulla produzione della difesa, che gli avrebbe dato la possibilità di forzare le fabbriche a produrre attrezzature chiave e quindi assegnarle secondo necessità. Finora, Trump non ha ordinato alle società americane sotto la sua prerogativa esecutiva di aumentare la produzione.

“Il numero di persone che perderemo può facilmente raggiungere migliaia”, ha detto Cuomo. “E Dio ci proibisce, diciamo, ‘Avremmo potuto salvarli se avessimo avuto l’attrezzatura giusta’. Questo è ciò che mi tiene sveglio di notte. “

New York ha bisogno di 30.000 fan, ha detto il governatore.

“È una malattia respiratoria”, ha detto. “E non abbiamo i fan.”

“Come andare in guerra con una pistola ad acqua”

Ma il problema non è unico per New York. I medici hanno lanciato l’allarme per la scomparsa delle forniture mediche in tutto il paese.

Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale, il Dr. Jason Halperin della Crescent Care di New Orleans ha dichiarato alla Galileus Web che “hanno un urgente bisogno di tutto”.

Lavorare in un ospedale senza questo equipaggiamento protettivo, ha detto alla Galileus Web un’infermiera in un ospedale del sud del Texas, è come “andare in guerra con una pistola ad acqua”.

“Tutto è limitato”, ha detto l’infermiera, “DPI, ventilatori, letti, sale a pressione negativa, infermiere, ecc.”

Un’infermiera dell’unità di terapia intensiva di Seattle ha detto alla Galileus Web che le era stato detto di indossare una singola maschera N95 “a tempo indeterminato”.

“Ci viene detto che dovremmo usarli fino a quando non saranno sporchi, e se arrivano a questo punto, dobbiamo mostrarli al nostro (supervisore).”

Kay Jones, Julia Jones e Caroline Kelly della Galileus Web hanno contribuito a questo rapporto.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *