L’eremita italiano che vive da solo sull’isola dice che l’autoisolamento è l’ultimo viaggio

(Galileus Web) – Per oltre 30 anni, Mauro Morandi è stato l’unico abitante di una bellissima isola nel Mar Mediterraneo. Nelle ultime settimane, la sua capanna eremita è stata un luogo appartato per osservare la crisi globale del coronavirus.

E, essendo stato solo con i suoi pensieri per gran parte della sua vita, ha intravisto l’isolamento che molti di noi stanno affrontando nelle settimane e nei mesi a venire.

Morandi, un ex professore, è arrivato sull’isola di Budelli, al largo della costa sarda, per caso mentre cercava di navigare dall’Italia alla Polinesia 31 anni fa. Si innamorò delle acque cristalline dell’atollo incontaminato, delle sabbie coralline e dei magnifici tramonti – e decise di restare.

Poco dopo è riuscito al precedente portiere e, all’età di 81 anni, è ancora lì, a farsi un nome come Robinson Crusoe italiano.

Ogni notte dorme in una vecchia casa di pietra e si sveglia al mattino circondato da madre natura. Gli piace esplorare arbusti e scogliere e parla con gli uccelli a colazione mentre volano dentro e fuori dalla sua piccola finestra della cucina.

Collina da cui si domina tutto l'arcipelago

Mauro Morandi vive sull’isola di Budelli da oltre 31 anni.

Per gentile concessione di Mauro Morandi

Resta al passo con le notizie, tuttavia, prima imparando la chiusura dell’Italia continentale contro la diffusione del coronavirus, poi del resto del mondo.

Nel suo mondo solitario, dice che attualmente si sente come “il posto più sicuro sulla Terra”. È anche desideroso di condividere alcuni suggerimenti sul modo migliore per affrontare l’autoisolamento.

“Sto bene, non ho paura”, ha detto alla Galileus Web Travel via cellulare, che è il suo collegamento con il mondo esterno. “Mi sento al sicuro qui. Quest’isola offre una protezione totale. Nessun rischio. Nessuno atterra, nemmeno una barca può essere vista navigare.”

“Tempi difficili”

La spiaggia rosa a mezzogiorno 2

Budelli è noto per la sua magnifica costa rosa.

Per gentile concessione di Mauro Morandi

Come molti di noi, Morandi si occupa principalmente del benessere della sua famiglia e dei suoi amici – nel suo caso, vive a Modena, nel nord Italia, una delle regioni più colpite da virus in Italia.

“Stanno attraversando un momento difficile”, dice.

Poco è cambiato per Morandi dall’epidemia di virus in Italia, tranne per il fatto che ora deve aspettare più a lungo perché le persone gli portino cibo dalla terraferma a causa delle severe restrizioni imposte dal governo di Roma.

Ciò significa che anche le visite turistiche sporadiche durante l’inverno si sono fermate. Nel corso degli anni, si è abituato agli escursionisti, facendo amicizia con loro e talvolta condividendo i pasti con loro.

Rimasto solo, trascorre la giornata ammirando il mare, inspirando aria fresca, raccogliendo legna da ardere, preparando i suoi pasti e – ovviamente – pubblicando Instagram.

“Sono annoiato, quindi sto perdendo tempo a scattare foto di spiagge, animali e paesaggi, a modificare le foto e a condividerle sui social media e su Instagram”, afferma. “Ho molti seguaci.”

Il cane di mare con la barba selvaggia pensa che la chiusura del virus, se continua, significa che i turisti staranno lontani almeno fino a luglio, ma non ha paura dell’estate .

Morandi ha qualche consiglio per le persone ora costrette alla solitudine in Italia e altrove dalla pandemia. Dice che alcune settimane sepolte all’interno non sono una fonte di fastidio, ma piuttosto un’opportunità per l’introspezione.

Parla, dice, di esperienza. Pur avendo un’intera isola per sé, anche gli inverni del Mediterraneo possono essere difficili e trascorre molti mesi in detenzione.

“Trascorro ogni inverno rinchiuso in casa, per mesi, faccio quasi fatica a camminare per l’isola, ma invece, ammazzo il tempo sotto il portico sotto il tetto di vetro. Quindi dannazione, la gente non può stare a casa per due settimane? È assurdo “.

Mentre l’Italia restringe le restrizioni ai movimenti per controllare il virus, dozzine di italiani sono stati multati nei giorni scorsi per aver lasciato la casa per motivi non di emergenza, come una passeggiata nel parco o sulla spiaggia .

Dal vagabondo all’eremita

Casa dove abito da 28 anni

La casa fatiscente di Morandi ha bisogno di un TTLC.

Per gentile concessione di Mauro Morandi

“Ho letto molto e penso. Penso che molte persone abbiano paura di leggere perché se lo fanno, inizieranno a meditare e a pensare alle cose, e può essere pericoloso.

“Se inizi a vedere le cose in modo diverso e ad essere critico, potresti finire per vedere che vita miserabile porti o che persona cattiva sei o che cose cattive hai fatto.”

Questa introspezione, alla fine, può essere molto gratificante. Morandi racconta la sua trasformazione da un vagabondo inveterato che ha viaggiato in Europa ogni anno fino a un isolano solitario.

“Non volevo più viaggiare, più interesse”, afferma. “Ho capito che il viaggio più bello, più pericoloso, più avventuroso e più gratificante di tutti è stato quello dentro di te, che tu sia seduto in salotto o sotto una tenda qui a Budelli. C è per questo che stare a casa e non fare nulla può essere davvero difficile per molti “.

Ma aggiunge: “Non mi sento mai solo”.

Secondo Morandi, la maggior parte delle persone non vuole essere sola perché non può sostenere i propri affari, e la chiusura forzata pone molto stress su di loro.

E, dice, mentre l’attuale crisi offre l’opportunità di rivalutare la propria vita, non pensa che molti ne trarranno beneficio.

“Non credo nel potere curativo delle persone di cambiare”, afferma. “Forse alcune persone lo faranno, ma la maggioranza è troppo abituata a conforto e stili di vita frenetici.”

Intanto il tempo vola come al solito su Budelli.

L’inverno di quest’anno è stato più mite, con temperature primaverili e soli caldi. L’habitat dell’isola rimane abbastanza intatto. Nessun inquinamento Acque turchesi fluorescenti, vegetazione selvaggia lussureggiante, rocce violacee che ricordano sculture naturali e aria pulita.

“Il mio gatto è morto l’altro giorno, aveva 20 anni”, dice Morandi. “Forse questo clima porta longevità.”

“Tutto ciò di cui ho bisogno”

Se la casa è pochi mt. dalla spiaggia

Le visite occasionali ai daytripper si sono fermate dall’epidemia di virus.

Per gentile concessione di Mauro Morandi

Budelli è una delle isole più belle di tutto il Mediterraneo. Risalente alla preistoria quando la crosta terrestre si stava ancora formando, la leggenda dice che è una scheggia del mitico e perduto continente di Atlantide inghiottito dall’oceano.

Ma l’isola non è completamente immune ai cambiamenti climatici e alla distruzione umana della natura, afferma Morandi.

Non molto tempo fa, una linea chiara di sabbia rosa si stagliava lungo la riva, fatta di corallo rosa, arancione e salmone schiacciato, cristalli, fossili e creature del Mar Morto, dando alla riva una tonalità frizzante simile alla fragola a quello del cielo al tramonto.

“Ora il rosa è quasi sparito, difficile da vedere”, dice. “Le direzioni dei venti che soffiano su Budelli sono cambiate, la sabbia rosa non si accumula più come prima.”

Il caos nell’Italia continentale fa risparmiare tempo al portiere Budelli sul proprio destino.

La proprietà dell’isola è cambiata più volte negli ultimi anni. Dal 2016 Budelli è stato un parco nazionale di proprietà del governo, rendendo obsoleto il ruolo di Morandi – una situazione che ha combattuto continuando a viverci.

È probabile che l’emergenza virale rinvii per il momento qualsiasi decisione riguardante il suo futuro, sebbene la sua casa fatiscente abbia bisogno di un rinnovo.

“Per ora, ho tutto ciò di cui ho bisogno. C’è elettricità, anche se ha bisogno di un rinnovamento, acqua corrente e una stufa extra piccola per riscaldamento “.

Niente di cui lamentarsi.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *