Marcus Smart di Boston Celtics e due giocatori di Lakers positivi per il coronavirus

“Sono stato testato cinque giorni fa e i risultati sono tornati stasera, il che è stato positivo”, ha scritto Smart su Twitter giovedì.

Dice di essere stato messo in quarantena dal test.

“Non ho avuto sintomi e mi sento bene”, ha scritto Smart in un altro tweet. “Ma la giovane generazione del nostro paese DEVE prendere le distanze. Non è uno scherzo. Non farlo è egoistico. Insieme possiamo battere questo, ma dobbiamo batterlo insieme stando separati per un breve periodo.”

In una dichiarazione scritta di giovedì scorso, i Celtics, senza nominare Smart, hanno affermato che i test sono stati lanciati a causa dell’esposizione a un caso positivo noto.

“Il giocatore Celtics, che non ha sintomi, è stato isolato per diversi giorni e continuerà a farlo mentre è sorvegliato dal personale medico della squadra”, ha detto l’organizzazione.

“Il team sta aspettando e riferendo su altri risultati dei test. Adottare misure per mantenere la salute e la sicurezza di tutti nella nostra organizzazione e in tutta la NBA rimane la nostra massima priorità e continueremo a lavorare lavorare a stretto contatto con i funzionari sanitari e la lega per affrontare questa situazione “.

I Lakers affermano che due giocatori sono risultati positivi per Covid-19

Inoltre, giovedì, i Los Angeles Lakers hanno annunciato che due dei loro giocatori erano positivi per Covid-19.

Il Big3 prevede un torneo di realtà ad aprile in condizioni di quarantena

“Dopo che quattro giocatori di Brooklyn Nets si sono dimostrati positivi per Covid-19 perché i giocatori di Los Angeles Lakers sono stati esposti ad esso nella nostra partita contro le reti del 10 marzo, i nostri medici di squadra e I funzionari della sanità pubblica hanno raccomandato i test del coronavirus per i giocatori “, hanno dichiarato i Lakers in una nota.

“Oggi abbiamo appreso che due giocatori di Lakers sono risultati positivi. Entrambi i giocatori sono attualmente asintomatici, in quarantena e sotto la cura del medico di squadra.

“Tutti i giocatori e i membri dello staff dei Lakers sono tenuti a continuare a osservare le linee guida di auto-quarantena e di alloggio in casa, a monitorare da vicino la loro salute, a consultare i loro medici personali e a mantenere una comunicazione costante con il squadra “.

“La salute e il benessere dei nostri giocatori, della nostra organizzazione, dei nostri fan e di tutti quelli potenzialmente interessati da questo è fondamentale. Come sempre, apprezziamo il supporto dei nostri fan, della nostra famiglia e dei nostri amici, e auguro a tutti i soggetti colpiti da questo virus una pronta guarigione “.

Kevin Durant tra i giocatori di Nets è risultato positivo al coronavirus

I Philadelphia 76ers hanno rilasciato una dichiarazione giovedì dicendo che tre membri della sua organizzazione erano risultati positivi per Covid-19. Il franchise non ha detto se questi tre giocatori fossero o meno giocatori. Il team afferma di aver utilizzato un’azienda privata per accedere ai test.

I Denver Nuggets hanno anche annunciato giovedì che qualcuno dell’organizzazione era risultato positivo per Covid-19.

Kevin Durant è uno dei quattro membri delle reti che sono risultati positivi al coronavirus. Inoltre, Utah Jazz Rudy Gobert e Donovan Mitchell e un anonimo giocatore di Detroit Pistons si sono dimostrati positivi per il virus.

L’NBA ha annunciato che sta sospendendo la stagione dopo che Gobert si è dimostrato positivo per il virus.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *