Nave da crociera infetta da virus, MS Braemar, attraccata a Cuba dopo l’odissea caraibica

(Galileus Web) – Una nave da crociera operata dagli inglesi si bloccò nei Caraibi quando le persone a bordo si ammalarono del coronavirus, infine attraccarono a Cuba dopo una difficile ricerca di un porto per accettarlo.

MS Braemar è arrivato a Mariel, a ovest dell’Avana, all’inizio di mercoledì, con i passeggeri che dovrebbero essere trasferiti su aerei per essere riportati nel Regno Unito lo stesso giorno.

Fred Olsen Cruise Lines, che gestisce la nave, ha confermato che quattro aerei erano atterrati a Cuba pronti per l’operazione di salvataggio. Il primo volo era programmato per il decollo alle 18:00. ora locale.

La notizia seguì alcuni giorni frenetici durante i quali la MS Braemar cercò un posto di attracco, a seguito del rifiuto di numerosi porti dei Caraibi.

Cinque persone a bordo della nave da crociera si sono dimostrate positive per il virus, secondo un comunicato stampa di Fred Olsen Cruise Lines.

Altri 28 passeggeri e 27 membri dell’equipaggio, incluso un medico, sono isolati dopo aver mostrato i sintomi. Il numero è aumentato negli ultimi giorni.

A bordo ci sono 682 passeggeri e 381 membri dell’equipaggio.

“Preoccupazioni umanitarie”

Una fonte diplomatica a Cuba ha detto in precedenza alla Galileus Web che il paese comunista “capisce la difficile situazione di questi passeggeri”.

Il paese ha affermato di aver permesso a Braemar di superare le “preoccupazioni umanitarie” e la necessità di “uno sforzo congiunto per affrontare e fermare la diffusione della pandemia”.

All’inizio di questa settimana, il Braemar è stato autorizzato ad ancorare a circa 25 miglia dalle Bahamas per rifornirsi di cibo, carburante e medicine.

I passeggeri Braemar sono principalmente britannici, ma comprendono anche cittadini canadesi, australiani, belgi, colombiani, irlandesi, italiani, giapponesi, olandesi, neozelandesi, norvegesi e svedesi.

Tutti gli ospiti torneranno nel Regno Unito per atterrare all’aeroporto di Londra Heathrow. A tutti gli ospiti che non sono in grado di volare a causa di malattie verrà offerto supporto e cure mediche a Cuba.

Tre dei voli saranno operati da British Airways. Il terzo è stato organizzato dal Dipartimento degli affari esteri e del Commonwealth del Regno Unito ed è destinato ai passeggeri che sono risultati positivi al coronavirus o hanno avuto sintomi simil-influenzali e i loro compagni. Questo volo si dirigerà verso Boscombe Down, una base militare a ovest di Londra. Saranno anche a bordo professionisti della salute.

All’inizio del viaggio, Keith Livingstone, la cui moglie Suzanne è a bordo, ha detto alla Galileus Web di essersi tenuta in contatto con lei il più possibile durante l’incertezza e nonostante una connessione Internet incoerente.

“Mentre gli spiriti sono alti, la mancanza di informazioni e qualsiasi decisione su ciò che può accadere sta iniziando a preoccuparsi”, ha detto alla Galileus Web in Irlanda del Nord. “L’equipaggio del capitano è stato fantastico in ogni modo, ma sembrano essere al buio come chiunque altro.

“La mancanza di informazioni porta alla speculazione, che porta a voci, che poi diventano fatti per alcuni.”

Sospensione delle operazioni

Il 15 marzo, Peter Deer, amministratore delegato di Fred Olsen Cruise Lines, ha dichiarato che la compagnia aveva “agito sui migliori consigli disponibili” durante l’imbarco sui passeggeri sull’isola caraibica olandese di St Maarten il 2 marzo.

“Nessuno che si unì alla nave ha riportato la malattia e nessun passeggero aveva viaggiato in un’area ad alto rischio o era stato esposto a chiunque avesse un coronavirus Covid-19”, ha detto.

“Chiunque fosse rimasto sulla nave era stato nei Caraibi per almeno 14 giorni e non c’erano stati casi noti di virus nell’area”.

Fred Olsen Cruise Lines ha dichiarato che una volta che tutte le navi attualmente in mare sono tornate a casa, “l’operazione di crociera interromperà quindi tutte le operazioni di crociera oceanica” fino al 23 maggio.

Nel frattempo, i funzionari britannici hanno espresso la loro gratitudine alle autorità cubane.

“Per quanto riguarda la crociera, abbiamo lavorato intensamente con le autorità cubane […] garantendo che tutti i cittadini del Regno Unito possano tornare nel Regno Unito in modo rapido e sicuro […] nelle prossime 48 ore “, ha dichiarato il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab.

“Siamo molto grati al governo cubano per aver rapidamente consentito questa operazione e per la sua stretta collaborazione nel garantire il successo di questa operazione”.

Altre navi da crociera con coronavirus rimangono in mare, tra cui Costa Luminosa, che ha due ospiti a bordo testati positivi per coronavirus. La nave, di proprietà di Costa Crociere, è attualmente diretta a Marsiglia.

Emma Reynolds della Galileus Web, Patrick Oppmann, Christina Zdanowicz, Rey Díaz, Nada Bashir, Leona Siaw e Alisa Ebrahimji hanno contribuito a questo rapporto.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *