New York: la città che non dorme mai chiusa a chiave

La metropolitana di New York è quasi vuota a causa della pandemia di coronavirus (Covid-19) del 16 marzo 2021 a New York, Stati UnitiCopyright dell’immagine
Getty Images

La folla nel centro di Manhattan si è diradata la scorsa settimana mentre le autorità hanno lanciato l’allarme per la diffusione del coronavirus. Lunedì mattina, la città che non dorme mai era diventata una città fantasma.

Musei, teatri e biblioteche sono stati chiusi. Le scuole sono state chiuse. Le piazze, solitamente affollate di turisti e impiegati, erano deserte. I ristoranti e i bar erano vuoti, il personale era pronto a rispettare gli ordini che limitavano il ritiro e le consegne.

Migliaia di posti di lavoro sono colpiti dalla chiusura di barbieri, palestre e altre attività per il prossimo futuro. Nei pochi posti ancora aperti, i tagli sono all’orizzonte.

Il personale di Ruchi, un ristorante indiano vicino al World Trade Center, ha lavorato a orario ridotto la scorsa settimana, con un calo delle vendite dell’80%. Ma ora il posto è vuoto.

“È iniziato due settimane fa e la settimana scorsa è stata brutta, ma vedi, è orribile”, ha detto la responsabile Protima Sumi, indicando i tavoli intorno a lei.

La signora Sumi ha detto che era preoccupata per come avrebbe provveduto al suo staff. “Se non abbiamo soldi, non possiamo darli a loro”, ha detto. “Spero solo che sopravviveremo.”

“È surreale”

La scorsa settimana, New York è diventata lo stato americano con il maggior numero di casi confermati di coronavirus. Martedì erano oltre 1.300, molti dei quali in città.

Mentre le autorità prendono provvedimenti per limitare la diffusione della malattia – incluso il divieto di riunioni di oltre 50 persone – affrontano la prospettiva di una recessione economica come quella nella più grande città d’America mai visto.

Le vendite dei ristoranti dovrebbero scendere dell’80%; immobili e vendite al dettaglio del 20%, mentre i tassi di occupazione degli hotel scendono al 20%, secondo le previsioni del controllore di New York City Scott Stringer. E questo è stato prima che il sindaco affermasse che stava prendendo in considerazione il coprifuoco e gli ordini per mettersi in atto.

“È surreale”, ha detto il muratore Patrick Conway mentre ispezionava le stanze desolate del centro commerciale Brookfield Place vicino al World Trade Center.

leggenda

Patrick Conway si prende cura di suo padre di 86 anni

Conway, che si prende cura del padre di 86 anni, è solidale con coloro che stanno alla larga. Evita anche le interazioni, evita ristoranti e film, prepara il suo pranzo e va al lavoro invece di viaggiare in autobus e metropolitana.

“Penso che sia il più spaventoso che abbia mai avuto”, dice. “Perché non è tangibile. Non puoi vederlo e tutti sono sospettosi.”

Ma il 56enne teme anche che il suo sito sarà chiuso, come molte altre compagnie nella regione.

“Questo è dove la pressione viene esercitata sul lavoratore, non abbiamo il lusso del telelavoro”, ha detto. “Per me finanziariamente, è un grande successo. Se non lavoro, non vengo pagato.”

“La più grave minaccia”

Negli Stati Uniti, milioni di persone, che non garantiscono interruzioni del lavoro, si trovano in una situazione simile. Il Congresso sta attualmente discutendo un disegno di legge che concederebbe due settimane di ferie retribuite alle persone colpite dall’epidemia, ma molti economisti sostengono che c’è ancora molto da fare per evitare una crisi economica.

Il professore Jason Furman dell’Università di Harvard ed ex consigliere economico dell’ex presidente Barack Obama è tra quelli che raccomandano al governo federale di inviare assegni per $ 1.000 (£ 828) a chiunque 18 anni e $ 500 (£ 414) per i bambini, come sollievo immediato.

“Questa sembra essere la minaccia più grave dalla crisi finanziaria”, ha detto. “Non ci sono buoni motivi per aspettarsi che sia peggio della crisi finanziaria, ma nessuno lo sa”.

“Abbiamo bisogno di un’azione audace”

A livello nazionale, i meteorologi prevedono una forte contrazione nei prossimi mesi, poiché le aziende subiscono un rallentamento a causa della perdita di lavoratori. Questi lavoratori licenziati dovrebbero quindi tagliare la spesa, che è il principale motore dell’economia statunitense.

In una nota pubblicata lunedì, gli analisti di IHS Markit hanno affermato che l’economia americana si ridurrà dello 0,2% nel 2021. Ma queste prospettive sono frequentemente aggiornate. Altri già prevedono di peggio.

“Speriamo che questa sia una situazione temporanea, ma dobbiamo agire con coraggio”, ha dichiarato Stringer. “L’economia di New York ha un impatto non solo su di noi, ma sull’economia nazionale e internazionale … È nell’interesse di tutti guardare ciò che sta accadendo qui.”

leggenda

Yasser Kamel ha dichiarato di avere praticamente “zero affari”

Yasser Kamel, la cui famiglia guida il famoso camion di catering Falafel di Sam nel Parco Zuccotti dal 1990, ha affermato che l’attività è andata male come non l’aveva mai vista. Normalmente, tre persone occupano il carrello, che raramente è senza coda. Lunedì era solo lui per una manciata di clienti.

Kamel ha detto che probabilmente rimarrebbe a casa domani, piuttosto che sprecare soldi per preparare il cibo che non viene acquistato.

“Non ho paura della malattia … ma per l’azienda, è davvero molto importante”, ha detto. “La situazione è grave e … è più di una famiglia che sarà nei guai.”

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *