Trump prevede “ sarà un male ” ma promette di riaprire l’America

Nel suo zelo per stimolare la prosperità americana dopo aver contribuito a scatenare una crisi economica autoinflitta senza precedenti, Trump sta già perdendo la pazienza, settimane prima che il virus raggiunga il picco.

“Il nostro paese non è stato costruito per essere chiuso”, ha avvertito il presidente lunedì. “Apriremo il nostro Paese agli affari perché il nostro Paese doveva essere aperto”.

“Ricominceremo da capo molto presto”, ha detto, senza fissare un calendario, anche se in precedenza aveva chiesto un ripensamento delle linee guida della Casa Bianca sul distanziamento sociale la prossima settimana.

I suoi commenti sono arrivati ​​il ​​giorno in cui il numero di casi confermati è salito a oltre 40.000 e 100 persone sono morte in un giorno per la prima volta. La dottoressa Deborah Birx, membro della task force di Trump sul coronavirus, ha avvertito che il “tasso di attacco” della malattia a New York, il potere economico e finanziario dominante degli Stati Uniti, era cinque volte superiore a altrove.

Lunedì il presidente ha ammesso che “sicuramente andrà male”, il giorno più mortale nella lotta americana contro la pandemia, ma ha sostenuto che “se dipendesse dai dottori, potrebbero dire che dobbiamo chiuderlo – chiudiamo il mondo intero “.

Lo spostamento dell’attenzione di Trump ha previsto uno scontro tra gli edifici della sua stessa amministrazione – tra funzionari della sanità pubblica che usano la scienza dell’epidemiologia per combattere Covid-19 e disperati funzionari politici ed economici per salvare un’economia di base per la vita di base di Trump e le speranze di rielezione.

La previsione ottimistica del Presidente di un rapido ritorno va direttamente contro le azioni dei governatori statali del paese – che impongono ordini di soggiorno a domicilio, chiusure aziendali e ordini scolastici per stato a marzo.

I funzionari della sanità pubblica e locale temono che il virus altamente contagioso causerà uno tsunami di pazienti gravemente malati che travolgeranno gli ospedali e uccideranno migliaia di persone.

L’idea che la situazione si stabilizzerà in poche settimane – quando la maggior parte degli esperti afferma che sta arrivando molto, molto peggio – sembra fantasiosa. Ciò solleva la questione se Trump sia pronto a prendere una decisione che potrebbe indirettamente causare molti decessi, ma che potrebbe salvare milioni di altri americani dalle difficoltà causate dal flagello economico.

L’insistenza del Presidente lunedì che “possiamo fare due cose contemporaneamente” potrebbe davvero essere la possibile ricetta per un lento ritorno alla vita normale. Ma la ragione per cui l’economia è chiusa è che i governi hanno concluso che al momento non è possibile fare due cose contemporaneamente: mantenere la curva di infezione gestibile e aprire l’economia.

Il membro più visibile e affidabile della task force del Presidente – il principale specialista in malattie infettive, il Dr. Anthony Fauci – non era al fianco di Trump quando giurò di aprire il paese quando briefing giornaliero, invece di partecipare alle riunioni per attaccare la pandemia. Ma il presidente ha insistito per ascoltare il consiglio di Fauci, così come altri membri della Casa Bianca.

Strategie di cambiamento

Il Governatore del GOP del Maryland chiude le attività non essenziali durante la pandemia di coronavirus

Il cambio di rotta di Trump – dopo aver avvertito la scorsa settimana che la chiusura potrebbe durare fino a luglio o agosto – è stato coerente con il modo disperso con cui ha gestito la pandemia di coronavirus.

Trascorse settimane a negare che si trattasse di un problema serio, prevedendo che potesse semplicemente andare via e che non era molto peggio dell’influenza.

Quindi, con la crisi che si è aggravata la scorsa settimana, si è trasformato in un signore della guerra, giurando di combattere un “nemico invisibile” e avvertendo che la vita normale non riprenderà fino a luglio o agosto.

È stato notevole lunedì che Trump stava parlando del virus in passato.

“È stata un’esperienza di apprendimento per la gente del nostro paese”, ha affermato il presidente.

E ha ricominciato a confrontare Covid-19 con l’influenza stagionale, anche se è molto più virulento, ha un tasso di mortalità molto più alto e non ha vaccino. Ha poi preso in prestito un argomento dai commentatori conservatori.

“Stai guardando gli incidenti automobilistici, che sono molto più importanti di tutti i numeri di cui stiamo parlando. Ciò non significa che diremo a tutti di smettere di guidare auto. paese “, ha detto Trump.

Non c’è dubbio che il Presidente si trova di fronte a un equilibrio – tra la salute della nazione e il benessere economico che rende sopportabile la vita, che nessun recente predecessore ha affrontato.

Il suo principale consigliere economico alla Casa Bianca, Larry Kudlow, ha suggerito in un’intervista a Fox News in cui sosteneva una rapida apertura economica che Trump avrebbe dovuto affrontare “difficili compromessi”.

Non c’è dubbio sulla gravità dell’incubo che ha trasformato una delle economie più forti della storia americana in un’area disastrata in grado di competere con la Grande Depressione.

Il paese potrebbe essere sull’orlo della sua peggiore settimana lavorativa senza precedenti – con milioni di negozi e ristoranti chiusi, attività chiuse e compagnie aeree sull’orlo della bancarotta.

E Trump dovrebbe pensare a quando riaprire l’economia e come farlo con il minor rischio possibile per combattere la pandemia. I presidenti sono pagati per prendere decisioni difficili che nessun altro può prendere. Devono sfidare le posizioni consolidate di varie fazioni nella propria amministrazione.

Ma l’apparente impazienza di Trump, pochi giorni dopo aver dichiarato guerra al virus, solleva interrogativi sulla profondità del suo pensiero e delle sue motivazioni, data l’importanza di una forte economia per la sua campagna di rielezione. E le sue chiese improvvise rendono più difficile unire la nazione alle sue spalle nella dura battaglia.

Non sarebbe la prima volta che Trump è stato influenzato dal gossip conservatore o che i suoi obiettivi politici personali potrebbero pesare pesantemente sul suo pensiero.

Come avviare il motore economico

Trump afferma che la legge sulla produzione della difesa è

Tuttavia, il presidente non è l’unico leader a pensare a come rilanciare l’attività economica.

“Come riavviare o passare a un riavvio dell’economia?” Il Governatore Democratico Andrew Cuomo di New York ha riflettuto lunedì.

“E come ti inserisci in una strategia di salute pubblica”, ha detto Cuomo. Tuttavia, Cuomo ha chiarito che tale piano non era imminente e ha anche approfondito l’argomento e i suoi commenti pubblici che sono sfuggiti al presidente.

Lunedì c’è stata una forte sensazione alla conferenza stampa di Trump che stava facendo un pio desiderio di pensare che la pandemia sarebbe migliorata per consentire la sua realtà preferita – innescando quello che spera sia un post boom crisi.

Ha raddoppiato la sua convinzione che un cocktail di farmaci antimalarici potrebbe trasformarsi in un trattamento rivoluzionario per Covid-19 quando inizierà a essere somministrato lunedì.

Ancora una volta, Trump agisce come dovrebbero i presidenti – esortando i suoi funzionari a superare le aspettative nella ricerca di una soluzione.

Ma se l’uso del farmaco è incoraggiante in Francia e altrove, non sono stati condotti studi clinici su larga scala per verificarne l’efficacia o se vi sono effetti collaterali pericolosi.

Trump potrebbe non avere il potere che pensa

Oltre alle domande sulla motivazione di Trump, ci sono profonde domande pratiche sul suo desiderio di una rapida riapertura dell’economia. Prima di tutto, non ha il potere di farlo.

Molte delle chiusure imposte a città e stati negli Stati Uniti sono state ordinate dai governatori temendo che i loro ospedali sarebbero stati travolti.

Un ordine Trump non riaprirebbe semplicemente negozi e ristoranti e bloccherebbe i trasporti pubblici.

Ci sono anche avvertimenti dall’estero sul pericolo di allentare troppo presto le restrizioni. Hong Kong, ad esempio, con un programma globale di allontanamento sociale, ha mantenuto il suo tasso di infezione da coronavirus piuttosto basso. Ma ha revocato nuove restrizioni agli incontri pubblici per motivi di rinascita.

Singapore e la Cina, dopo aver controllato i loro focolai, hanno imposto nuove restrizioni all’ingresso dopo che i viaggiatori dall’estero hanno minacciato di avviare focolai secondari.

Trump ha parlato nel suo discorso sulla possibilità che regioni del Paese con pochi casi possano semplicemente aprire le loro economie. Ma anche se tali luoghi non sviluppassero le proprie pandemie, una volta ripreso il viaggio avrebbero dovuto affrontare infezioni dall’esterno.

Alcuni esperti si sono chiesti se i giovani meno esposti al rischio di infezione possano tornare al lavoro, così come quelli che si sono ripresi dalla malattia.

Ma una tale soluzione richiederebbe il tipo di regime di test generale per isolare i portatori di virus e proteggere le popolazioni più vulnerabili che l’amministrazione Trump, con la sua lenta risposta iniziale alla crisi, non ha mai affrontato.

E una decisione di tornare a una vita normale potrebbe aumentare le infezioni e peggiorare una situazione già terribile per gli ospedali, dove medici e infermieri segnalano una carenza cronica di respiratori che mantengono in vita i pazienti malati e temono che si esauriscano. presto protezione personale. attrezzature.

Avatar

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *