=

Airbnb annuncia l’intenzione di offrire hosting gratuito ai rispondenti al coronavirus

(Galileus Web) – Mentre la pandemia di coronavirus continua a colpire persone in tutto il mondo, Airbnb ha intensificato il suo piano di offrire alloggi gratuiti o sovvenzionati a persone che lavorano in prima linea della malattia, compresi gli operatori sanitari, e personale di emergenza.

“Gli operatori sanitari e i primi soccorritori stanno fornendo un supporto vitale durante l’epidemia di coronavirus e vogliamo aiutare”, ha dichiarato Joe Gebbia, cofondatore di Airbnb.

“Abbiamo sentito da innumerevoli ospiti in tutto il mondo che vogliono offrire una dimora confortevole a eroici primi soccorritori. Colleghiamo i nostri partner senza scopo di lucro, agenzie governative e altri con la nostra incredibile comunità ospitante per lavorare insieme in questi tempi straordinari “.

Le case e gli appartamenti resi disponibili nell’ambito di questo programma devono soddisfare un livello di pulizia determinato da esperti medici selezionati da Airbnb.

L’obiettivo dell’azienda è di ospitare 100.000 di questi lavoratori in tutto il mondo. I soccorritori in cerca di alloggio e i padroni di casa che desiderano rendere disponibili le loro proprietà possono visitare un portale Airbnb appositamente progettato per questo scopo.

Una versione di questa iniziativa è iniziata la scorsa settimana in Francia, dove il governo e Airbnb hanno lavorato insieme per trovare 4.000 ospiti pronti a consentire a personale medico come medici, infermieri e operatori sanitari di rimanere liberi nelle loro case.

Ciò non significa che ogni foglio su Airbnb sarà immediatamente disponibile. Spetterà sempre ai singoli ospiti decidere se desiderano utilizzare la propria sistemazione.

“Gli host possono aderire al programma e avere l’opportunità di aprire le loro case gratuitamente tramite la piattaforma Open Homes di Airbnb, creata nel 2012 per soddisfare le esigenze delle persone bisognose di alloggi di emergenza”, ha affermato la società aggiungendo: ” Se gli host non sono in grado di ospitare gratuitamente, Airbnb rinuncerà sempre a tutti i costi di sussistenza “.

La mossa è venuta alla luce del fatto che molti viaggiatori stavano cercando di tornare a casa o cambiare i loro piani mentre il coronavirus si diffondeva in tutto il mondo e molti paesi e comuni hanno introdotto divieti di viaggio o quarantene.

Anche altre compagnie alberghiere stanno cercando di fare la propria parte per supportare le persone colpite dal coronavirus.

Molti operatori sanitari hanno scelto di isolarsi dalle proprie famiglie e persone care a causa del loro aumentato rischio di esposizione al coronavirus. Altri hanno cercato luoghi per stare più vicini al loro posto di lavoro, eliminando così la necessità di viaggiare.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=