Anniversario del massacro di Tiananmen: veglia sui divieti di Hong Kong che commemora la soppressione del 4 giugno

Il 4 giugno 1989, le truppe cinesi hanno soppresso i manifestanti democratici intorno a Piazza Tiananmen a Pechino. Nessun bilancio ufficiale delle vittime è mai stato pubblicato, ma gruppi per i diritti umani affermano che centinaia, se non migliaia, sono state uccise.

Hong Kong è l’unico posto sul suolo cinese in cui si svolgono importanti commemorazioni di massa per l’evento. Veglie a lume di candela si tengono ogni anno nel Victoria Park di Hong Kong dal 1990 e eventi recenti hanno attirato decine di migliaia di partecipanti.

La polizia, tuttavia, non ha permesso di procedere alla manifestazione di quest’anno, citando le restrizioni sui coronavirus per riunioni di oltre otto persone, secondo una lettera ufficiale condivisa con la Galileus Web.

Mentre la pandemia è stata invocata per spiegare la manifestazione, durante l’anniversario stava già profilando una legge sulla sicurezza nazionale.

La legge, che verrà imposta alla città da Pechino nelle prossime settimane, criminalizza la secessione, la sedizione e la sovversione e potrebbe vedere il divieto di gruppi come quello che organizza l’annuale raduno di Tiananmen, l’Alleanza di Hong Kong a sostegno dei movimenti patriottici democratici in Cina.

“L’Alleanza di Hong Kong potrebbe forse essere bandita dall’operare a causa della sua lotta a lungo termine per porre fine alla dittatura a partito unico”, ha detto il gruppo. detto in una dichiarazione Domenica, in riferimento al Partito comunista al potere in Cina. “Può anche essere caratterizzato come un’organizzazione sovversiva. Il nostro capitale e le nostre risorse possono anche essere congelati e confiscati. Se il funzionario viola la legge sulla sicurezza nazionale, può anche essere accusato del” crimine di sovversione del potere “Stato”. “

L’Alleanza aveva precedentemente invitato le persone a celebrare l’anniversario di quest’anno accendendo candele a casa e organizzando incontri più piccoli che non contravverranno alle restrizioni del coronavirus, un invito che ha lanciato il mondo intero.

“I cittadini in luoghi in cui è impossibile un’azione pubblica possono restare a casa a digiuno per un giorno, in memoria di studenti e civili uccisi dai militari durante il massacro del 4 giugno e di tutti coloro che sono morti nel la pandemia globale in seguito all’occultamento e al blocco delle informazioni da parte del Partito Comunista “, ha affermato il gruppo in una nota.

“I cittadini nei luoghi in cui è possibile un’azione pubblica possono accendere candele alle 20:00 di fronte alle agenzie cinesi o in qualsiasi altro luogo pubblico appropriato, e osservare un minuto di silenzio alle 20:09, per commemorare la morte e chiedere la responsabilità”.

Con le restrizioni sui coronavirus estese fino al 4 giugno, la probabilità che la riunione annuale fosse vietata era alta. Resta da vedere, tuttavia, l’anno prossimo, quando si spera che la pandemia sia passata, se le leggi sulla sicurezza nazionale impediranno la commemorazione.

Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *