Apple fa delle concessioni agli sviluppatori dell’App Store

Copyright dell’immagine
EPA

Leggenda

Le modifiche alle regole dell’App Store sono state rivelate a seguito di una presentazione guidata dal direttore generale dell’azienda

Apple deve offrire agli sviluppatori un margine di manovra maggiore nelle controversie sulle app che non seguono le regole dell’App Store.

La società consentirà agli sviluppatori accusati di violare le sue linee guida di lanciare un ricorso.

E gli aggiornamenti delle applicazioni che risolvono problemi minori non saranno più ritardati da queste controversie.

Le modifiche seguono una discussione pubblica tra Apple e Basecamp, gli sviluppatori di Hey, un’applicazione di posta elettronica al centro di una controversia sull’App Store.

Il loro programma coincide con la conferenza mondiale degli sviluppatori (WWDC) di una settimana di Apple, durante la quale raccoglie l’aiuto dei creatori di applicazioni per passare dalla sua piattaforma Mac a un altro tipo di chip.

Linee guida rigorose

L’Apple App Store è il luogo in cui quasi tutti gli utenti di iPhone e iPad acquisiscono app per i loro dispositivi.

Ma Apple ha da tempo il diritto di decidere quando le app devono essere sospese o addirittura rimosse dall’App Store, in base alle sue rigide linee guida.

E ha interrotto un aggiornamento di Hey, dicendo che il suo abbonamento annuale da $ 99 (£ 78) dovrebbe essere disponibile per l’acquisto nell’app piuttosto che su un sito Web esterno.

Ma Basecamp ha detto che “non farà mai IAP [in-app purchases]”e nemmeno altre app, come Netflix.

Copyright dell’immagine
Campo base

Leggenda

Hey inserisce messaggi da contatti familiari in un Imbox – per e-mail importanti – mentre inserisce newsletter e messaggi promozionali altrove

E ora offre una prova gratuita di due settimane all’interno di Hey, per soddisfare i requisiti di Apple affinché le app “funzionino” immediatamente dopo il download.

L’impasse ha anche scatenato un dibattito più ampio sulle politiche tariffarie di Apple.

L’amministratore delegato della tecnologia Basecamp David Heinemeier Hansson ha twittato martedì che la decisione di Apple di allentare le sue regole è stata “piuttosto importante” ma l’esatta natura della sua futura relazione con gli sviluppatori doveva essere chiarita.

“Spero davvero che Apple sia seria riguardo alla riforma”, ha affermato.

“C’è un modo per andare qui, dove Apple diventa di nuovo un amico degli sviluppatori, non un grande prepotente sono tutti terrorizzati dalla denuncia.”

Molti sviluppatori hanno problemi con la riduzione delle entrate di Apple dalle app.

Ma quasi tutti, soprattutto i più piccoli, si lamentano in privato piuttosto che offendere la potente impresa da cui dipendono i loro mezzi di sussistenza.

Basecamp era diverso, uscendo dal pugno quando Apple minacciò di bloccare l’applicazione e usando parole come “scandaloso” e “abuso”.

In un altro momento, Apple avrebbe potuto spazzare via la società.

Ma il rischio che il conflitto oscurasse il WWDC e diluisse i suoi messaggi era troppo grande.

Quindi, prima del discorso, si è mosso tranquillamente per fare pace con Basecamp.

E in seguito, ancora più discretamente, ha apportato alcune modifiche al suo accordo con gli sviluppatori.

Ma non è finito.

Mentre l’UE conduce un sondaggio sull’App Store e altri grandi sviluppatori si viziano per una rissa, Apple potrebbe dover dare più terreno.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *