Argentina e Brasile minacciati da uno sciame di locuste

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Lo sciame di locuste copre un’area di 15 km2, dicono i funzionari.

Il Brasile e l’Argentina stanno osservando i movimenti di un grande sciame di locuste, che si fanno strada attraverso le culture della regione.

Gli insetti, che possono percorrere 150 km (93 miglia) in un giorno, hanno già viaggiato dal Paraguay all’Argentina e si teme che il Brasile e l’Uruguay saranno i prossimi.

Il Brasile ha detto agli agricoltori di stare attenti al possibile arrivo di locuste.

Kenya e India stanno combattendo anche sciami di locuste.

Da dove viene lo sciame?

Lo sciame è originario del Paraguay ed è entrato in Argentina il 21 maggio.

Copyright dell’immagine
Reuters

Gli insetti hanno già attraversato le province argentine di Santa Fe e Formosa, dove hanno danneggiato le colture di mais, canna da zucchero, grano e avena.

Ulteriori informazioni sulle locuste:

Lo sciame si trova attualmente nella provincia di Corrientes e le autorità hanno riferito di aver ridotto con successo le sue dimensioni attraverso la fumigazione.

Corrientes confina con Brasile e Uruguay e i due paesi stanno monitorando attentamente i movimenti degli sciami.

Un fronte freddo ha reso le locuste letargiche, quindi non si sono mosse molto negli ultimi giorni, hanno detto i funzionari dell’organizzazione argentina per la sicurezza alimentare Senasa.

Tuttavia, uno stato di emergenza fitosanitaria è in vigore nei due stati del Brasile meridionale, Rio Grande do Sul e Santa Catarina.

L’Argentina e i paesi vicini non sono estranei alle nuvole di locusta. Più recentemente, ci sono stati grandi sciami in Argentina nel 2019 e 2017.

Potresti voler guardare:

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaNuvole di locuste distruggono i raccolti in tutta l’Africa orientale, incluso il Kenya
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *