Bimba di 6 anni rapita e violentata: appello per cercare di salvarla

Bimba di 6 anni rapita e violentata: appello per cercare di salvarla

311 views
0
CONDIVIDI

Una bambina di 6 anni è stata rapita, violentata e poi abbandonata su di una spiaggia da un pedofilo: l’agghiacciante fatto è avvenuto in Kazakistan dove i medici hanno fatto un appello a tutti i colleghi esteri per cercare di salvare la vita della piccola, trovata in condizioni gravissime.

La bambina era sparita da Aktau, cittadina del Kazakistan, il 25 Settembre scorso: secondo quanto riportato da fonti locali, la piccola stava giocando ad entrare e uscire dalle porte scorrevoli del supermercato nel quale la nonna stava facendo la spesa quando, ad un tratto, sembra essere scomparsa nel nulla. In realtà, la bimba era stata rapita da un 32enne che l’ha violentata e lasciata agonizzante su di una spiaggia e in una pozza di sangue: “bastavano altre due ore e sarebbe morta. Le sue condizioni sono critiche, il suo cervello non ha ricevuto ossigeno per un periodo piuttosto lungo, causando danni permanenti” ha spiegato il dottor Altynshash Dzhaksybaeva. Trasportata in un centro specializzato per l’infanzia ad Astana, la bimba sta lottando tra la vita e la morte: i medici dell’ospedale hanno quindi lanciato un appello affinché un team di colleghi esteri li aiuti a salvare la piccola. Il suo violentatore è stato arrestato e affidato ad un centro d’igiene mentale.

LASCIA UN COMMENTO