Bubba Wallace: “ Nessun crimine commesso ” mentre l’FBI termina l’indagine sul cappio

I conducenti di Nascar sono dietro Bubba Wallace e la sua auto
I conducenti di Nascar erano in piedi dietro Bubba Wallace e la sua auto durante la Geico 500 di lunedì

Il cappio trovato nel garage del conducente alla NASCAR di Bubba Wallace domenica era in realtà una maniglia su una porta del garage ed era stato lì dallo scorso anno, ha concluso un’indagine dell’FBI.

Ha aggiunto che “nessun crimine federale è stato commesso”.

Wallace, l’unico pilota nero a tempo pieno della NASCAR, è riuscito a bandire la bandiera confederata dalle corse.

Nascar ha dichiarato di essere “grato di apprendere che questo non era un atto razzista intenzionale contro Bubba”.

Wallace, 26 anni, ha ricevuto messaggi di solidarietà da altri piloti Nascar e star dello sport di tutto il mondo dopo la scoperta a Geico 500 a Talladega, Alabama, con il capo della Nascar Steve Phelps che promette di “fare tutto il possibile per scoprire chi è stato”.

In una dichiarazione congiunta, l’avvocato americano Jay E Town e l’agente speciale dell’FBI responsabile Johnnie Sharp Jr hanno dichiarato: “L’FBI ha appreso che il garage numero 4, dove è stata trovata la morsa, è stato attribuito a Bubba Wallace la scorsa settimana.

“L’indagine ha anche rivelato prove, incluso un video autentico confermato da Nascar, che il vizio trovato nel garage numero 4 era in questo garage a partire da ottobre 2019.

“Sebbene sia noto che il cappio fosse nel garage numero 4 nel 2019, nessuno avrebbe saputo che il signor Wallace sarebbe stato assegnato al garage numero 4 la scorsa settimana.”

Wood Brothers Racing è stata l’ultima squadra ad occupare il garage e ha rilasciato una dichiarazione in cui si diceva che un dipendente si ricordava di aver visto una “maniglia attaccata” alla porta del garage lo scorso ottobre.

All’inizio di giugno, Nascar ha bandito la bandiera confederata di tutte le razze. È intervenuto tra le proteste globali contro la morte di George Floyd mentre era sotto la custodia della polizia a Minneapolis.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *