Cambiamenti climatici: rivelati i 10 migliori consigli per ridurre l’impronta di carbonio

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Il passaggio a una dieta vegana può aiutare ma non ha il pieno impatto di altre misure

I cambiamenti climatici possono ancora essere combattuti, ma solo se le persone sono pronte ad accettare importanti cambiamenti nel nostro modo di vivere, secondo un rapporto.

Gli autori hanno elencato i modi migliori per le persone di ridurre le proprie impronte di carbonio.

La risposta alla crisi di Covid-19 ha dimostrato che il pubblico è pronto ad accettare un cambiamento radicale se lo ritengono necessario, spiegano.

E il rapporto aggiunge che le priorità del governo devono essere riorganizzate.

Secondo i ricercatori, proteggere il pianeta deve diventare il primo dovere di tutti i decisori.

Gli autori invitano il pubblico a contribuire adottando misure per ridurre le emissioni di carbonio nel rapporto, che si basa su un’analisi di altri 7.000 studi.

La parte superiore dell’elenco è la vita senza auto, che consente di risparmiare in media 2,04 tonnellate di CO2 equivalente per persona all’anno.

Devi quindi guidare un’auto elettrica a batteria – 1,95 tonnellate di CO2 equivalente per persona all’anno – e prendere un volo di lungo raggio in meno ogni anno – 1,68 tonnellate di CO2 equivalente per persona.

Il passaggio a una dieta vegana aiuterà – ma meno che affrontare il trasporto, la ricerca mostra.

Dice che le attività popolari come il riciclaggio valgono la pena, ma non riducono così tanto le emissioni.

Cambio di mentalità

La principale autrice, la dott.ssa Diana Ivanova dell’Università di Leeds, ha dichiarato alla BBC News: “Abbiamo bisogno di un completo cambio di mentalità.

“Dobbiamo concordare sulla quantità di carbonio che possiamo emettere ciascuno entro i limiti di ciò che il pianeta può sopportare – e quindi fare una buona vita entro questi limiti.

“Le 10 migliori opzioni sono ora disponibili per noi, senza la necessità di nuove tecnologie controverse e costose.”

Il dott. Ivanova ha affermato che il blocco del coronavirus ha dimostrato che molte persone potrebbero vivere senza auto se i trasporti pubblici, le passeggiate e il ciclismo fossero migliorati.

La sua ricerca mette in luce persone facoltose che generalmente prendono più voli, guidano auto più grandi e consumano di più.

Un “problema morale”

Ha detto: “Tutti soffrono dei cambiamenti climatici, ma non è la persona media che vola regolarmente – è un piccolo gruppo, ma l’aviazione è sotto tassata. È una questione morale. “

Nella sua classifica, l’acquisto di energia rinnovabile e l’uso del trasporto pubblico sono al quarto e quinto posto.

In sesto luogo, isola bene la tua casa, risparmiando 0,895 tonnellate di CO2 equivalente.

Il settimo passa a una dieta vegana, che consente di risparmiare 0,8 tonnellate.

Copyright dell’immagine
PA Media

Leggenda

Isolare efficacemente la tua casa è un passo importante

Le altre azioni chiave sono l’uso di pompe di calore; passare da case inquinanti (nei paesi in via di sviluppo) a metodi di cottura migliori e riscaldare gli edifici con energia rinnovabile.

Ivanova ha affermato che se le persone attuassero le misure, risparmierebbero circa nove tonnellate di biossido di carbonio equivalente (CO2e) per persona all’anno.

Le attuali emissioni annuali delle famiglie sono di circa 10 tonnellate nel Regno Unito e 17 tonnellate negli Stati Uniti.

Studio “prezioso”

Lo studio, pubblicato a breve sulla rivista Environmental Research Letters, afferma che vale la pena, ma meno vantaggioso per il clima: tetti verdi; usare meno carta; acquistare oggetti più durevoli; abbassa il termostato e ricicla, risparmiando 0,01 tonnellate di CO2 equivalente all’anno, secondo il Dr. Ivanova.

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Al di fuori del blocco, prendere meno voli può dare un contributo importante alla riduzione del carbonio

Alcune delle conclusioni saranno messe in discussione. I sondaggi suggeriscono che alcune persone pensano che il clima sia importante quanto il virus, ad esempio, ma altri no.

Il professor Tommy Wiedmann dell’Università del New South Wales in Australia ha dichiarato: “Questo è uno studio prezioso. Ma è interessato solo all’impronta di carbonio e non ad altri impatti come la carenza d’acqua dovuta all’estrazione del litio per le batterie delle auto elettriche.

Libby Peake del gruppo di riflessione della Green Alliance ha dichiarato a BBC News: “Le persone non dovrebbero smettere di buone abitudini come il riciclaggio, che consente di risparmiare carbonio evitando sprechi e conservazione delle risorse”.

“Un design migliore consente alle persone di acquistare meno cose ma migliori e di vivere in edifici a basse emissioni di carbonio. Questi risparmi non sono necessariamente coperti da questo studio. ”

Segui Roger su Twitter.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *