CANDELORA SIGNIFICATO – Data, usanze e nascita della festa

CANDELORA SIGNIFICATO – Data, usanze e nascita della festa

296 views
0
CONDIVIDI

La Candelora è festa religiosa che viene festeggiata particolarmente in determinate zone d’Italia. Per la Chiesa Cattolica il 2 febbraio si celebra la presentazione di Gesù al Tempio. Il termine Candelora deriva dalla benedizione delle candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”. Simeone, infatti, avrebbe portato Gesù al tempio proprio per questo scopo.

La Candelora è anche considerata la festa della Purificazione di Maria perché cade esattamente 40 giorni dopo il 25 dicembre. Per la tradizione ebraica, infatti, una donna era considerata impura per via del sangue mestruale per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio. Per questo motivo doveva andare al Tempio per purificarsi.

Nell’antichità si usava festeggiare la Candelora 40 giorni dopo l’Epifania: il 14 febbraio. proprio Egeria lo fa presente nel suo Itinerarium Egeriae: “Si accendono tutte le lampade e i ceri, facendo così una luce grandissima” (Itinerarium 24, 4). Esistono alcuni detti locali legati a questo giorno. Un detto latino dice: “se il sole ammicca il giorno della Candelora, seguirà un freddo ben peggiore di prima“. A Trieste è usanza dire: “Candelora piova e Bora, del’inverno semo fora; Candelora sol e vento del’inverno semo dentro!“.

LASCIA UN COMMENTO