Che cosa è successo a Hyperloop?

Il Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti lo scorso luglio descrive alcune regole per la costruzione di Hyperloop, il treno a levitazione magnetica originariamente progettato dal CEO di Tesla Elon Musk nel 2012. Gli standard sono i primi a menzionare Hyperloop e sebbene siano piuttosto generici, sono stati usati più di ogni altra cosa qualcos’altro per inquadrare i progetti e assimilarli ad altre infrastrutture di interesse pubblico: sono stati ricevuti come un segno positivo dalle aziende che hanno lavorato al progetto per anni. I giornali internazionali sono quindi tornati a parlare di Hyperloop con nuovo entusiasmo: soprattutto, ci chiediamo quali siano i tempi di completamento e quando possono essere effettuati i primi viaggi.

Da quando Musk ha avuto l’idea, diverse aziende hanno iniziato a lavorare sulla costruzione di un mezzo di trasporto che utilizza la levitazione magnetica, cioè che utilizza la forza elettromagnetica per muoversi in sospensione. I principali sono Virgin Hyperloop One, una società fondata dal miliardario britannico Richard Branson, ex fondatore del Virgin Group, la start-up americana Hyperloop TT (Transportation Technology), la società canadese TransPod e Hardt Hyperloop, con sede nei Paesi Bassi. Nel corso degli anni, le varie società hanno effettuato vari test in tutto il mondo, dal deserto di Dubai agli enormi magazzini in Europa, ma incontrando principalmente due ostacoli: i permessi per costruire le infrastrutture necessarie e i problemi tecnologici legati al fatto che il Hyperloop dovrebbe viaggiare ad una velocità di mille chilometri l’ora, all’interno di un tubo quasi completamente vuoto.

L ‘Economista Egli ha detto test di Virgin Hyperloop One, una società fondata dal miliardario britannico Richard Branson, ex fondatore del gruppo Virgin. Negli ultimi tre anni, Virgin Hyperloop One ha eseguito oltre 400 test nel suo centro di test di Las Vegas utilizzando un tubo lungo 500 metri: sono riusciti a far viaggiare il prototipo – una sorta capsula – da zero a circa 380 chilometri all’ora. ora e quindi ripristinarlo. Tentare una velocità maggiore è impossibile a causa della lunghezza del tubo, quindi i dirigenti di Virgin Hyperloop One stanno cercando di trovare un’area per costruire un tubo di 15 chilometri e fare test più accurati a una velocità più elevata.

Le condizioni sono che il terreno sia piano e possibilmente presenti ampi spazi deserti: infatti, per viaggiare alla massima velocità, Hyperloop deve necessariamente seguire una linea retta e piatta. In caso di virata, Hyperloop dovrebbe rallentare considerevolmente per evitare di esercitare troppa forza sui passeggeri, causando loro gravi problemi fisici come percosse o svenimenti.

“Vorremmo che il viaggio procedesse nel modo più agevole possibile”, ha dichiarato Diane Zhou, responsabile della strategia di progetto di Virgin Hyperloop, parlando all’emittente. Notizie sullo spettro. “Fondamentalmente, sarà come prendere un treno: si entra nella capsula che accelera gradualmente fino a raggiungere la massima velocità, ma non si nota che accada proprio perché è graduale. Quindi una volta che vai al massimo, sembrerà viaggiare normalmente ”.

Tuttavia, costruire binari per i treni Hyperloop senza curve significa passare attraverso molte proprietà private e ottenere i permessi necessari è complicato. Una soluzione a questo problema sarebbe quella di costruire la pista vicino a vecchie linee ferroviarie in disuso, dove ci sono o vicino autostrade su terreni di proprietà statale. Inoltre, Hyperloop sembra per ora una soluzione che può essere implementata solo per viaggi tra città distanti, perché i tempi di accelerazione e di frenata renderebbero superfluo l’uso in viaggi troppo brevi.

I tempi dei primi Hyperloops sono ancora incerti (stiamo parlando di decenni), ma uno dei progetti più estesi e avviati è quello di Hyperloop TT (Transportation Technology) negli Stati Uniti. La società ha già completato uno studio di fattibilità per costruire una linea nella regione dei Grandi Laghi nel Midwest, passando attraverso diversi stati: Illinois, Indiana, Pennsylvania e Ohio. Nelle intenzioni di Hyperloop TT, un viaggio da Chicago a Pittsburgh (circa 750 chilometri) dovrebbe durare 45 minuti.

Si parla anche di altri due progetti che stanno andando bene: Quella negli Emirati Arabi Uniti, anche tramite Hyperloop TT, un breve tratto di 5 chilometri che l’azienda vuole consegnare in tempo per l’EXPO di Abu Dhabi (ottobre 2021); è Quella di Virgin Hyperloop One in India, che è ancora agli inizi e dovrebbe collegare Mumbai a Puna (circa 150 chilometri).

– Leggi anche: Il nuovo suono degli autobus elettrici di Londra

Avatar

Regina D  Dellucci

Regina D è un'ancora premiata e corrispondente per Dico News. Si reca regolarmente in campo per ancorare e riferire su importanti notizie di attualità tra cui proteste, attacchi terroristici, test sulle armi. Per Dico News, ha anche ospitato spettacoli sulla tecnologia, mentre conduceva interviste approfondite con alcuni dei pensatori più innovativi del mondo. Con sede in Italia da due decenni, Regina mantiene un focus su come gli sviluppi in Italia stanno cambiando radicalmente il mondo per tutti noi. Regina è rimasta impegnata a riferire sul paese. Ha anche contribuito al lancio di On Italy, la prima serie regolare di Dico incentrata sul paese. Nel 2018, Regina ha assegnato il premio Best News o Current Affairs Presenter Awards. È stata anche riconosciuta più volte agli Europian Television Awards e dalla Royal Television Society.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *