CHELSEA MANNING – Obama la grazia, scarcerata a maggio

    423 views
    0
    CONDIVIDI

    Barack Obama ha deciso di accogliere gli appelli di Julian Assange e di Edward Snowden che chiedevano di commutare la pena per la transgender condannata per aver dato documenti riservati a Wikileaks. La donna doveva scontare 35 anni di carcere.

    Si tratta di una delle talpe di WikiLeaks, sarebbe dovuta uscire di prigione nel 2045, ma Barack Obama, proprio al termine della sua presidenza, gli ha condonato la pena: il prossimo 17 maggio l’ex analista dei servizi di sicurezza militari potrà essere scarcerata.

    La transgender di 29 anni, ha già scontato quasi sette dei 35 anni a Fort Leavenworth, in Kansas. Nel 2010 fu condannato per aver copiato e poi passato al sito di Julian Assange numerosi documenti inerenti l’esercito americano nelle guerre in Afghanistan e poi in Iraq, rivelando numerosi abusi commessi dagli ufficiali iracheni sui prigionieri. I documenti in questione rivelarono anche l’incredibile numero delle vittime civili nel conflitto in Iraq.

    LASCIA UN COMMENTO