Coronavirus: Air France per tagliare oltre 7.500 posti di lavoro

Copyright dell’immagine
Getty Images

Air France-KLM prevede di tagliare oltre 7.500 posti di lavoro nella sua filiale francese mentre l’industria aerea sta emergendo dalla crisi del coronavirus.

La seconda più grande compagnia aerea in Europa taglierà 6.560 dipendenti di Air France, con il suo vettore regionale Hop Hop! la perdita di 1.020 posti di lavoro, la società ha annunciato venerdì.

In una dichiarazione, la società ha affermato che “il recupero dovrebbe essere molto lento” a causa delle incertezze che circondano Covid-19.

I tagli avverranno nei prossimi tre anni.

Il gruppo ha anche citato l’eliminazione delle restrizioni di viaggio e il cambiamento della domanda dei clienti come potenziale fonte di preoccupazione in futuro.

  • EasyJet prevede di chiudere le basi e ridurre il personale
  • La compagnia aerea tedesca Lufthansa prevede di tagliare 22.000 posti di lavoro

Al culmine della pandemia, i ricavi sono diminuiti del 95% e la compagnia aerea Air France ha perso 15 milioni di euro (13,5 milioni di sterline) al giorno.

Air France non prevede che l’attività ritorni al livello pre-pandemico prima del 2024.

La compagnia aerea di punta del gruppo prevede di tagliare oltre 6.000 posti di lavoro entro la fine del 2022, su un totale attuale di 41.000 dipendenti.

Le “partenze naturali”, come le pensioni e le partenze del personale, dovrebbero rappresentare circa la metà delle riduzioni di Air France.

Sua sorella aerea Hop! 1.020 posti di lavoro andranno persi nei prossimi tre anni. Attualmente impiega oltre 2.000 persone.

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Manifestanti all’ingresso di un aeroporto a Morlaix, Francia occidentale

La compagnia ha dichiarato: “Air France e Hop! Collaborare con i sindacati per attuare piani a favore di partenze volontarie, partenze in prepensionamento e mobilità professionale e geografica”.

Air France ha inoltre indicato che alla fine di luglio verrà presentato un “piano di ricostruzione” più ampio, nonché un piano più ampio per il gruppo Air France-KLM.

Il personale e il personale hanno tenuto proteste venerdì in diversi siti in tutta la Francia, compresi gli uffici esterni delle società vicino all’aeroporto di Roissy-Charles de Gaulle.

Il governo francese ha promesso miliardi di euro per sostenere Air France-KLM e l’industria aeronautica nel suo insieme, poiché la domanda di viaggio è precipitata a seguito delle misure di preclusione legate al coronavirus.

I prestiti ad Air France sono stati soggetti all’abolizione da parte del vettore di alcuni voli nazionali al fine di ridurre le sue emissioni di carbonio.

Anche altre compagnie aeree sono state costrette ad adottare misure simili in previsione di un lungo e lento ritorno ai vecchi livelli della domanda.

EasyJet ha affermato in precedenza che potrebbe essere necessario ridimensionare fino a un terzo a causa della pandemia di coronavirus.

A giugno, Lufthansa ha annunciato l’intenzione di tagliare 22.000 posti di lavoro e British Airways ha dichiarato che in aprile potrebbe tagliare fino a 12.000 posti di lavoro sui suoi 42.000 dipendenti.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *