Coronavirus Belgio, la seconda ondata di Covid è arrivata, ma sembra meno grave

“È chiaro che è arrivata la seconda ondata di Covid-19”, ha dichiarato Steven Van Gucht, presidente del comitato scientifico del coronavirus presso l’Istituto belga di salute. I giornali locali lo riportano. Secondo Van Gucht, il numero di infezioni in Belgio “sta aumentando” e “non è un piccolo aumento”. “Non sappiamo per quanto tempo e quanto dureranno le curve”, ha aggiunto, “ma questa seconda ondata potrebbe non avere conseguenze drammatiche: le misure messe in atto dal Consiglio di sicurezza nazionale possono funzionare“. In Belgio, in media tra il 25 e il 31 luglio, sono stati registrati 517,1 casi al giorno contro di me 311,4 dalla settimana precedente.

Dopo inizialmente sottovalutato il coronavirus, nella seconda metà di marzo, il forte aumento delle infezioni ha convinto il governo belga a lanciare restrizioni sempre più severe, fino a confinamento simile a quello italiano: restano aperti solo negozi di alimentari, farmacie e altre attività ritenute essenziali. La popolazione è stata costretta a rimanere a casa il più possibile, lasciando solo quando necessario o praticando sport. Ai primi di maggio, il governo ha lanciato a rilassamento graduale delle restrizioni, fino a quando il blocco non verrà rimosso all’inizio di giugno. Ad oggi, in Belgio (che ha 11,4 milioni di abitanti), ci sono stati 70 mila casi e poco meno di 10.000 morti.

4 agosto 2020 (modifica il 4 agosto 2020 | 10:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *