Coronavirus: cinque motivi per cui è così grave in Yemen

Copyright dell’immagine
AFP

Leggenda

Le strutture sanitarie dello Yemen sono state devastate da cinque anni di guerra

Il coronavirus potrebbe diffondersi più rapidamente, più ampiamente e con conseguenze più mortali nello Yemen rispetto a molti altri paesi del mondo, secondo le Nazioni Unite. Ecco cinque motivi.

1. È un paese ancora in guerra

Dal 2015, lo Yemen è stato devastato dal conflitto, lasciando milioni di persone senza accesso a un’adeguata assistenza sanitaria, acqua pulita o strutture igienico-sanitarie – essenziali per prevenire la diffusione del virus.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaBambini malati intrappolati in guerra nello Yemen

Il cibo di base, le forniture mediche e umanitarie sono state limitate da un blocco parziale di terra, mare e aria da parte di una coalizione guidata da paesi sauditi che combattono i ribelli Houthi – mentre gli stessi ribelli hanno ostacolato distribuzione degli aiuti.

Non avere un governo centrale in carica (i ribelli hanno spinto il governo fuori dalla capitale e nel sud del paese) rende il coronavirus più difficile da contenere.

2. Già affetto dalla peggiore crisi umanitaria al mondo

Le condizioni nello Yemen mettono la popolazione particolarmente esposta a una malattia altamente contagiosa.

Quasi tre anni prima dell’avvento di Covid-19, le Nazioni Unite dichiararono lo Yemen il luogo più bisognoso della Terra. Circa 24 milioni di persone – circa l’80% della popolazione – dipendono dagli aiuti per sopravvivere e milioni sono sull’orlo della fame.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLe Nazioni Unite affermano che lo Yemen è sull’orlo della peggiore carestia del mondo in 100 anni se la guerra continua

Si stima che 2 milioni di bambini siano gravemente malnutriti e il paese stava già lottando per far fronte a malattie come la dengue, la malaria e il colera prima che fossero riportati i primi casi di coronavirus.

  • Crisi nello Yemen: perché c’è una guerra?
  • Come è cambiato il mio paese

Un sistema immunitario indebolito significa che le persone con malattie croniche possono contrarre Covid-19 più facilmente e avere più difficoltà a sopravvivere.

3. Il sistema sanitario dello Yemen è crollato

Cinque anni di guerra hanno distrutto il sistema sanitario del Paese, rendendolo incapace di far fronte a una pandemia.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaYemen: morte per guerra o pandemia

Molte delle 3.500 strutture mediche nello Yemen sono state danneggiate o distrutte durante gli attacchi aerei e solo la metà sembra essere pienamente funzionante.

  • I medici dello Yemen si preparano per una crisi “indicibile”

Le cliniche sono affollate e mancano medicine e attrezzature di base – in un paese di 27,5 milioni di persone, ci sono solo poche centinaia di macchine di ventilazione, che vengono utilizzate per aiutare i pazienti a respirare quando il coronavirus provoca insufficienza polmonare.

4. Il numero effettivo di casi di coronavirus non è noto

Senza sapere più specificamente chi ha il coronavirus, è più difficile prevenirne la diffusione o prevedere che il numero di pazienti eserciterà ulteriore pressione sul già fragile sistema sanitario.

Da quando il primo paziente con coronavirus è stato segnalato in aree controllate dal governo in aprile, la vera portata dell’epidemia è stata impossibile da determinare.

Il governo riferisce poco più di 900 casi, mentre i ribelli che controllano la capitale e altre aree densamente popolate affermano di aver rilevato solo quattro casi sul loro territorio.

Le Nazioni Unite affermano che, con kit di test insufficienti e mancanza di trasparenza nei dati ribelli e governativi, il numero effettivo di casi è quasi certamente molto più elevato in tutte le aree.

5. I medici stessi sono vulnerabili

Oltre alla mancanza di farmaci per il trattamento dei casi, i medici nello Yemen mancano di dispositivi di protezione individuale (DPI), come maschere e abiti, per proteggerli dalla malattia.

Un rapporto non confermato sul sito di notizie privato di Al-Masdar afferma che dozzine di medici sono morti a seguito delle conseguenze di Covid-19 in zone ribelli e controllate dal governo.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaIl medico in prima linea dopo anni di guerra nello Yemen

Uno dei maggiori esperti di malattie infettive dello Yemen, Yassin Abdul Wareth, è morto di Covid-19 all’inizio di questo mese in quello che è stato descritto come un duro colpo per il settore sanitario in Yemen.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *