Coronavirus: cospirazioni e microchip 5G in tutto il mondo

Copyright dell’immagine
NurPhoto

Alcune delle teorie della cospirazione più persistenti che circondano la pandemia di coronavirus hanno continuato a diffondersi in tutto il mondo.

Abbiamo selezionato alcune delle affermazioni false più comuni e osserviamo fino a che punto hanno viaggiato.

5G in Bolivia e oltre

Non è assolutamente possibile che i segnali del telefono cellulare 5G possano trasmettere il virus o ridurre le nostre difese al suo interno: abbiamo confutato queste affermazioni, che secondo gli scienziati sono biologicamente impossibili.

Ma ciò non ha impedito alle voci di diventare globali, portando a proteste anche in paesi in cui la tecnologia non esiste ancora.

In Bolivia, la condivisione di video sulle apparecchiature di telecomunicazione e le dichiarazioni 5G sono responsabili del coronavirus, hanno portato ad attacchi contro alberi in due città.

Non esiste una tecnologia 5G nel paese, afferma Adriana Olivera, giornalista di Verifica Bolivia, ma “dopo aver visto queste voci, combinate con il fatto che tutti sono limitati alla chiusura, questo ha portato le persone a sparare antenne a K’ara K ‘. ara e Yapacani “.

  • La crisi del coronavirus in America Latina in cifre

Leggenda

Anche i messaggi anti-5G sono stati condivisi in Perù

Persino alcuni alti politici e leader religiosi hanno diffuso false affermazioni sulla tecnologia, collegandola alla diffusione del virus.

Un ex senatore nigeriano, in un video condiviso 25.000 volte su Facebook, ha affermato che la pandemia era solo una copertura per l’introduzione del 5G, suggerendo che stava causando danni.

“Quelli con condizioni di salute di base”, dice, “sono facilmente consumati dalla reazione di questa tecnologia 5G e muoiono”.

Un pastore evangelico in Tanzania ha dichiarato su Instagram e YouTube che la spinta per la tecnologia mobile sta causando la diffusione del coronavirus.

Un ex grand mufti dall’Egitto ha parlato in televisione della rete 5G e di come avrebbe potuto causare interferenze elettromagnetiche, creando l’ambiente perfetto per la diffusione del coronavirus.

Nel frattempo, in Europa, la paura ha anche suscitato proteste e attacchi agli alberi.

La BBC ha segnalato dozzine di incidenti di distruzione di antenne nel Regno Unito.

  • L’uomo incarcerato per incendio doloso sull’albero del telefono 5G
  • Il sondaggio: perché le persone attaccano gli alberi per telefoni cellulari 5G?

Leggenda

Bill Gates è apparso in primo piano nei media serbi durante la pandemia

In Serbia, le cospirazioni del 5G e le speculazioni su Bill Gates sono state popolari anche in televisione e nei tabloid, dove le storie sono spesso tratte da fonti inglesi o russe.

“Quindi possiamo vedere lo stesso contenuto di informazioni false del Regno Unito, degli Stati Uniti o altrove”, ha detto Lazara Marinkovic, che riporta la disinformazione per BBC News Serbian.

Le celebrità hanno anche alimentato le speculazioni, tra cui Novak Djokovic che ha rivelato la sua opposizione alle vaccinazioni in aprile e sua moglie Jelena che hanno condiviso un video che promuove cospirazioni 5G.

David Icke, il teorico della cospirazione inglese, ha lanciato Facebook e YouTube, un’emittente di affermazioni sul 5G nel mondo di lingua inglese.

Le clip in cui discute di un collegamento tra 5G e il virus sono state censurate sui social media ma sono ancora disponibili online, ottenendo centinaia di migliaia di visualizzazioni sugli account russi di YouTube e Facebook.

Bill Gates e microchip

Il filantropo miliardario Bill Gates non può allontanarsi dal mondo dei teorici della cospirazione pandemica.

Una delle false affermazioni più comuni è che la pandemia è un grande piano progettato da Bill Gates per impiantare microchip nell’uomo con un vaccino contro il coronavirus.

Nonostante la totale mancanza di prove a sostegno della teoria, la sua portata globale è stata considerevole. La rete internazionale di controllo dei fatti, IFCN, contiene un database con controllo dei fatti sui coronavirus dalla loro rete di partner. Mostra che i correttori di fatto in almeno 14 paesi hanno sfatato le versioni locali della teoria dei microchip, tra cui Grecia, Kazakistan, Filippine e Messico.

Un video di YouTube dall’Argentina che approva la teoria ha ricevuto 1,3 milioni di visualizzazioni.

Un altro video di Facebook dal Pakistan ripete questa affermazione ed è stato visto quasi 650.000 volte dalla sua pubblicazione a maggio.

Alcune versioni della teoria mettono le loro spinte locali su di esso. In arabo, i microchip immaginari sono stati soprannominati “chip anticristo” in un video con oltre 375.000 visualizzazioni su YouTube e numerose pubblicazioni su Facebook.

BBC News Brasile ha individuato una versione della teoria del “microchip” nei messaggi che circolano su WhatsApp e Facebook in portoghese. Gli utenti copiano e incollano un pezzo di testo che si apre con le parole: “Devo ammettere che Bill Gates è davvero un genio diabolico! È facile controllare le persone sottomesse”.

Il messaggio prosegue dicendo che Bill Gates sta finalizzando i piani per un “vaccino impresso sulla pelle” e che sarà collegato ai profili dei social media di una persona per controllarli via 5G.

La combinazione della teoria dei microchip con le cospirazioni del 5G è stata stimolata in Brasile da Allan dos Santos, un convinto sostenitore del presidente Bolsonaro, che è sotto inchiesta da un’indagine federale brasiliana di “fake news” .

In un tweet che è stato apprezzato più di 14.000 volte, cita un commentatore pakistano affermando che Bill Gates vuole impiantare un vaccino nano-chip per controllare la popolazione tramite 5G. Partendo un po ‘dalle dichiarazioni, ha aggiunto “Assurdo? Deve essere discusso”.

Moderazione multilingue

La moderazione dei contenuti in tutto il mondo è esternalizzata da Facebook a organizzazioni internazionali di controllo dei fatti. Alcune regioni, come il Nord America e l’Europa, hanno sistemi più rigorosi rispetto ad altre, che sono “deserti conoscitivi”, ha affermato Rory Smith di First Draft.

“Dato che sempre più persone iniziano a credere in questi complotti”, avverte, “potrebbe portare a una maggiore riluttanza verso i vaccini, che potrebbe portare a un’altra crisi globale della salute pubblica”. .

Ulteriori rapporti di Zulfiqar Ali, Nader Ibrahim, Lazara Marinkovic, Peter Mwai, Olga Robinson, Shayan Sardarizadeh e Ricardo Senra.

Ulteriori informazioni su Reality Check

Inviaci le tue domande

Seguici su Twitter

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *