Coronavirus: i dubbi olimpici crescono mentre il Canada ritira gli atleti

La portabandiera del Canada, Rosannagh Maclennan, guida la sua delegazione nazionale durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Rio 2016 allo stadio Maracana di Rio de Janeiro il 5 agosto 2016Copyright dell’immagine
Getty Images

leggenda

Il portabandiera del Canada Rosannagh Maclennan alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Rio 2016

I Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2021 vengono ulteriormente messi in discussione dopo che il Canada è diventato il primo grande Paese a ritirarsi.

Il loro annuncio è arrivato poco dopo che il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha ammesso per la prima volta che i giochi potevano essere posticipati.

Nel frattempo, il team australiano ha dichiarato che era “chiaro” che i giochi non potevano andare avanti e ha detto ai loro atleti di prepararsi per una partita del 2021.

L’inizio dei giochi è previsto per il 24 luglio.

Cosa ha detto il Canada?

Il comitato olimpico e paralimpico del paese ha dichiarato di aver preso la “difficile decisione” di ritirarsi dopo aver consultato atleti, gruppi sportivi e il governo canadese.

Ha poi “urgentemente chiamato” il Comitato Olimpico Internazionale, il Comitato Paralimpico Internazionale e l’Organizzazione Mondiale della Sanità per rinviare i Giochi di un anno.

“Pur riconoscendo le complessità insite in un rinvio, nulla è più importante della salute e della sicurezza dei nostri atleti e della comunità globale”, ha detto la loro dichiarazione.

Il canadese ha quindi pubblicato un messaggio su Twitter dicendo “Segnala oggi. Conquista domani ”.

Che cosa ha detto Shinzo Abe?

Per settimane, i funzionari giapponesi hanno affermato che i giochi andranno come previsto.

Ma, parlando davanti al Parlamento lunedì, Abe ha ammesso per la prima volta che Tokyo 2021 potrebbe essere ritardata.

“Se è difficile tenere completamente (i giochi) completamente, una decisione di rinvio sarebbe inevitabile perché crediamo che la sicurezza degli atleti sia fondamentale”, ha detto.

Ma ha insistito sul fatto che i giochi non sarebbero stati completamente cancellati.

I giochi olimpici non sono mai stati rinviati o cancellati in tempo di pace. Le Olimpiadi del 1940 – che furono cancellate a causa della seconda guerra mondiale – dovevano svolgersi a Tokyo.

Qual è la posizione del Comitato Olimpico Internazionale?

Domenica il CIO ha dichiarato di essersi concesso quattro settimane per prendere una decisione sui giochi del 2021.

Ha detto che il rinvio era uno “scenario”, ma ha insistito sul fatto che la cancellazione “non avrebbe risolto nessuno dei problemi e non avrebbe aiutato nessuno”.

In una lettera agli atleti, il presidente del CIO Thomas Bach ha dichiarato: “La vita umana ha la precedenza su tutto, compresa la messa in scena dei giochi …

“Alla fine di questo tunnel buio che attraversiamo tutti insieme, senza sapere quanto tempo sarà, la fiamma olimpica sarà una luce alla fine di questo tunnel.”

Cosa dicono gli altri paesi e gli atleti?

L’Australia ha detto ai suoi atleti lunedì di prepararsi ai giochi olimpici e paralimpici nell’estate del 2021.

“È chiaro che i giochi non potranno svolgersi a luglio”, ha dichiarato lo Chef de Mission australiano Ian Chesterman.

Il capo mondiale dell’atletica leggera Sebastian Coe ha scritto al signor Sunday per dire che ospitare i giochi a luglio non è “né fattibile né desiderabile”.

USA Track and Field ha richiesto un ritardo, così come il gruppo di concorrenti Global Athlete.

“Man mano che la pandemia peggiora e vengono messe in atto sempre più restrizioni sociali, penso che la chiamata dovrebbe essere fatta ora”, ha dichiarato il ciclista britannico Callum Skinner, che affronta l’atleta globale.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa star dell’atletica keniota Eliud Kipchoge spiega come si mantiene in forma in quarantena
Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *