Coronavirus: i parrucchieri offrono incontri virtuali bloccati

Copyright dell’immagine
Paul Phillips / Chopp Hair

Leggenda

Paul Phillips offre consulenze su FaceTime

I parrucchieri offrono incontri virtuali per aiutare le persone a modellare i capelli a casa.

Gli stilisti utilizzano app come FaceTime, Zoom e YouTube per fornire ai clienti tutorial e consigli dal vivo.

Mentre i saloni sono già stati riaperti in Francia e Germania, i parrucchieri nel Regno Unito dovrebbero rimanere chiusi fino a luglio.

Un rapporto di settore stimato lo scorso anno il settore dell’acconciatura e della bellezza ha contribuito per 6,6 miliardi di sterline all’economia del paese.

Paul Phillips possiede il parrucchiere Chopp a Leigh-on-Sea, nell’Essex, che è stato chiuso a marzo quando è iniziato il blocco del coronavirus.

Fornisce un servizio chiamato Chopp Drops, in cui consegna prodotti per capelli ai clienti e quindi mostra come applicare il trattamento tramite videochiamata.

“La maggior parte dei parrucchieri dice che non dovresti mai colorare i capelli a casa, e di solito sono d’accordo”, dice.

“Ma la salute mentale di molti clienti è stata influenzata dalla situazione attuale, quindi l’ordinamento tra le radici grigie e le doppie punte li fa sentire meglio”.

Paul afferma di servire fino a 26 clienti al giorno, ma aggiunge che è prudente offrire solo consigli fattibili a casa.

“È troppo tecnico per tingere i capelli biondi, quindi questi clienti purtroppo devono stare fermi e attendere il completamento del blocco”, spiega.

“Non vuoi che qualcuno faccia un casino e poi devi conviverci per sette settimane.”

“È tempo di concentrarsi”

La maggior parte dei parrucchieri con cui la BBC ha parlato ha offerto kit personalizzati per capelli e incontri virtuali tra £ 30 e £ 150.

Ebuni Ajiduah è uno specialista nella caduta dei capelli. Ha anche spostato i suoi appuntamenti online, offrendo trattamenti domiciliari ai clienti e, se necessario, indirizzandoli ai dermatologi per un consiglio.

“Le persone ora hanno il tempo di concentrarsi su cose che potrebbero aver trascurato”, ha detto, aggiungendo che ha visto un aumento della domanda per i suoi servizi.

Copyright dell’immagine
Ebuni Ajiduah / Beautystack

Leggenda

Ebuni Ajiduah organizza una giornata di lavaggio online settimanale

Ebuni ha anche lanciato una giornata di lavaggio virtuale ogni domenica quando invita le persone a unirsi a lei su Zoom per lavare, trattare e acconciare i capelli insieme.

“Stiamo parlando dei prodotti che utilizziamo e di come ci pieghiamo i capelli”, afferma. “È davvero bello, mettiamo le persone in cuffia per la doccia e altri cercano di tenere fermi i loro bambini.

“Dà alle persone un senso di normalità quando il mondo è in fiamme: puoi ancora avere una routine e concentrarti su te stesso.”

Alcuni parrucchieri non consigliano di tagliare i capelli, ma offrono comunque altri consigli online.

“Ho tagliato il mio davanti ma non ci avrei nemmeno provato [to cut] il mio nella parte posteriore “, afferma Michael Van Clarke in un video di Instagram. Invece, continua a mostrare al pubblico come modellare i capelli corti che sono cresciuti in settimane.

Tenersi per mano

Da quando le porte sono state chiuse, il team del salone ha pubblicato video sui social media e prenotato consultazioni a colori virtuali, al servizio di oltre 3.000 clienti online.

“Abbiamo nuovi clienti che non sono mai stati nel nostro salone, la domanda è enorme”, afferma Van Clarke.

“È molto più facile fare consultazioni video se le abbiamo già viste di persona, ma siamo sempre in grado di consigliare i nuovi clienti.”

Copyright dell’immagine
Michael Van Clarke

Leggenda

Michael Van Clarke cerca di continuare a servire i clienti che normalmente vede nel suo salotto

I tecnici senior eseguono una valutazione capillare durante una prima videochiamata, forniscono consigli su trattamenti e prodotti, li inviano e offrono una consulenza di follow-up per osservare e guidare il cliente.

“Ad alcune persone piace che le loro mani siano rassicurate, così i nostri tecnici possono mostrare loro come tenere il pennello e per quanto tempo lasciare il colore acceso”, ha detto Van Clarke.


Gina Conway, che gestisce tre saloni a Londra, ritiene che questo potrebbe diventare la “nuova normalità”.

“Anche dopo il blocco, ci sarà il caos”, dice. “Alcune persone potrebbero non essere in grado di permettersi il salone, potrebbero lavorare da casa o prendersi cura dei bambini, quindi spero che possiamo alleviare questo stress attraverso la tecnologia.”

Gina dice che ora ruota per concentrarsi su Internet.

“All’inizio ero titubante perché volevo mantenere la mia attività il più professionale possibile, ma è il nostro modo di dare consigli adeguati e aiutare le persone a sentirsi bene con se stesse”.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *