Coronavirus: il lavoro flessibile sarà un nuovo standard dopo il virus

Copyright dell’immagine
Collezione Smith / Gado

Facebook e il Primo Ministro della Nuova Zelanda sono gli ultimi sostenitori del lavoro flessibile, con le aziende che pensano alle strategie di back-office.

Facebook ha annunciato giovedì che prevede di passare a una forza lavoro più distante come tendenza a lungo termine.

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha proposto una settimana di lavoro di quattro giorni questa settimana, in parte per aumentare il turismo nel paese.

Man mano che gli uffici riaprono gradualmente dopo il blocco del coronavirus, sempre più datori di lavoro stanno prendendo in considerazione nuovi modi di lavorare.

Il fondatore e CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha dichiarato al personale che “ha aperto aggressivamente il reclutamento a distanza” a luglio. Si aspetta che metà del suo personale svolga il proprio lavoro al di fuori degli uffici di Facebook nei prossimi cinque o dieci anni.

Segue le iniziative di altre società tecnologiche della Silicon Valley, tra cui Twitter, che hanno affermato che i dipendenti possono lavorare da casa “per sempre” se lo desiderano.

Copyright dell’immagine
Getty Images

Politiche di lavoro flessibili sono adatte per il personale che desidera tornare ai propri uffici dando una spinta alle aziende quando introducono nuove misure di distanziamento sociale.

Ardern ha suggerito una settimana lavorativa di quattro giorni per aiutare a stimolare l’economia e trovare un equilibrio tra lavoro e vita privata.

“Ho sentito molte persone suggerire che dovremmo avere una settimana lavorativa di quattro giorni. Alla fine, è davvero tra datori di lavoro e dipendenti. Ma come ho detto, abbiamo imparato molto su Covid e la flessibilità delle persone che lavorano da casa, la produttività che può derivarne “, ha detto Ardern in un video live su Facebook.

I giganti della tecnologia guidano

Il gigante della tecnologia Microsoft l’anno scorso ha testato una settimana di lavoro di quattro giorni in Giappone, che si è rivelata vincente in termini di feedback e produttività dei dipendenti. Dice che ora ha una “strategia di lavoro ibrida poiché i cantieri iniziano lentamente ad aprirsi”.

“I compiti a casa rimangono facoltativi fino alla maggior parte dei lavoratori fino a ottobre”, ha dichiarato un portavoce di Microsoft.

Compiti a casa e settimane di lavoro più brevi sono stati applauditi dagli esperti delle risorse umane in alternativa al massiccio ritorno agli uffici.

“Fornirebbe anche un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata per coloro che ne hanno bisogno, come studenti part-time, neo-mamme e genitori che vogliono trascorrere più tempo con i bambini. [or] prendersi cura degli anziani “, ha detto Alin Abraham, un consulente con sede a Singapore.

“Se i datori di lavoro imparassero ad assumere lavoratori flessibili dopo Covid-19, sarebbe una grande battaglia vinta per la gestione delle risorse umane”, ha aggiunto.

Il passaggio al lavoro remoto consente inoltre alle aziende di ripensare il loro costoso spazio ufficio.

Mastercard ha dichiarato che sta valutando la possibilità di consolidare alcuni dei suoi uffici mentre Facebook ha intenzione di lavorare su “hub” negli Stati Uniti.

“Dopo Covid-19, puoi immaginare che molte aziende stanno riducendo i loro beni immobiliari e che i dipendenti possono semplicemente lavorare da casa. Sarà una proposta interessante vedere come i datori di lavoro possono far fronte a diverse folle”, ha affermato Adrian Tan, di Azienda IT di PeopleStrong sul posto di lavoro. .

Il nuovo normale

Un elenco crescente di dirigenti d’azienda aggiunge peso ai compiti e ad accordi di lavoro più flessibili, aiutati dalla tecnologia e dalle piattaforme di videoconferenza come Zoom e Google Meet.

“Quando inizieremo a tornare sul posto di lavoro e a trovare una nuova struttura di lavoro normale e alternativa, contribuirà anche a ridurre il traffico suburbano e ad adottare misure di allontanamento sociale”, ha affermato il consulente delle risorse umane. Emily Draycott-Jones.

“Covid ha allontanato i datori di lavoro dalla visione tradizionale secondo cui la produttività dipende da orari fissi in un ambiente di ufficio”, ha aggiunto.

Cambiando il modo in cui funzionano

I giganti delle grandi tecnologie dominano quando si tratta di estendere gli accordi di lavoro flessibile a lungo termine:

  • Amazon: dare ai dipendenti l’opportunità di lavorare da casa almeno fino a ottobre
  • Barclays – 70.000 dipendenti lavorano attualmente da casa. Il grande ufficio municipale “potrebbe appartenere al passato”, ha dichiarato il responsabile della banca Jes Staley.
  • Facebook – prolunga il lavoro da casa fino alla fine del 2020, come parte di una transizione a lungo termine verso un lavoro più remoto
  • Google – ha prolungato i compiti fino alla fine dell’anno
  • Mastercard – afferma che la maggior parte dei suoi dipendenti può lavorare da casa fino a quando non sono “pronti” al ritorno. Anche cercando di consolidare i suoi uffici globali
  • Microsoft: compiti prolungati fino a ottobre per la maggior parte dei dipendenti
  • Royal Bank of Scotland – il personale è autorizzato a lavorare dalle proprie case almeno fino alla fine di settembre
  • Spotify: la sua forza lavoro di oltre 4.000 persone può lavorare da casa per il resto dell’anno
  • Twitter – ha offerto al personale l’opportunità di lavorare da casa in modo permanente, ha affermato il direttore generale Jack Dorsey
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *