Coronavirus: il peggio deve ancora venire in caso di pandemia, avverte il capo dell’OMS

Copyright dell’immagine
AFP

Leggenda

Un tecnico medico DPI passa davanti a una donna che aspetta di dare un campione al centro test COVID-19 a Chennai, in India

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha avvertito il mondo che “il peggio deve ancora venire” nella pandemia di Covid-19.

Il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che il virus infetterebbe molte più persone se i governi non iniziassero ad attuare le giuste politiche.

Il suo messaggio è rimasto “Test, Trace, Isolate and Quarantine”, ha detto.

Più di 10 milioni di casi sono stati registrati in tutto il mondo dall’emergere del coronavirus in Cina alla fine dello scorso anno. Il numero di pazienti deceduti è ora oltre 500.000.

La metà dei casi in tutto il mondo si sono verificati negli Stati Uniti e in Europa, ma Covid-19 sta crescendo rapidamente nelle Americhe.

Il virus colpisce anche l’Asia meridionale e l’Africa, dove non si prevede che raggiungerà il picco prima della fine di luglio.

  • Dove aumentano e diminuiscono i casi di coronavirus?
  • Trump ha ragione a dire che gli Stati Uniti sono “ il più grande test ”?

Il dott. Tedros ha dichiarato a un briefing virtuale lunedì: “Tutti vogliamo che finisca. Tutti vogliamo continuare la nostra vita. Ma la dura realtà è che non è nemmeno vicino al termine.

“Sebbene molti paesi abbiano fatto progressi, la pandemia sta accelerando in tutto il mondo”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCartoline da una Covid-America

Ha inoltre esortato più governi a seguire gli esempi di Germania, Corea del Sud e Giappone, che hanno controllato il loro scoppio attraverso politiche che includevano test e monitoraggio rigorosi.

Quali sono i paesi più colpiti?

Finora gli Stati Uniti hanno riportato oltre 2,5 milioni di casi e circa 126.000 morti con Covid-19, più di qualsiasi altra nazione.

Gli stati americani che sono emersi dall’isolamento nelle ultime settimane – specialmente nel sud – hanno riportato un forte aumento delle nuove infezioni nelle ultime settimane.

Il picco ha portato i funzionari del Texas, della Florida e di altri stati a inasprire le restrizioni alle imprese.

Il paese con il secondo numero più alto di casi registrati è il Brasile, con un totale di 1,3 milioni e decessi di oltre 57.000.

Lunedì è stato dichiarato lo stato di emergenza nella capitale, Brasilia, a seguito di un forte aumento.

Come la maggior parte dei governatori e dei sindaci brasiliani, le autorità locali di Brasilia hanno allentato le restrizioni sulla separazione sociale all’inizio di questo mese e hanno consentito la riapertura dei negozi

Nel Regno Unito – il paese con il maggior numero di morti nell’Europa occidentale – il sindaco di Leicester ha dichiarato che pub e ristoranti potrebbero rimanere chiusi per due settimane a causa di un aumento del numero di casi.

Le restrizioni nel resto dell’Inghilterra dovrebbero essere allentate nei fine settimana, con pub, ristoranti, parrucchieri e hotel autorizzati a riaprire.

Avatar

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *