Coronavirus: il presidente cileno dichiara il sistema sanitario “molto vicino al limite”

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

I pazienti Covid-19 si sono trasferiti dal capitale per alleviare la pressione sulle unità di terapia intensiva

La pandemia di coronavirus ha spinto il sistema sanitario cileno “molto vicino al limite”, secondo il presidente Sebastián Piñera.

“Siamo consapevoli del fatto che il sistema sanitario è molto sotto pressione”, ha detto domenica.

Quasi 70.000 casi di virus sono stati registrati in Cile e più di 700 persone sono morte.

La capitale Santiago, che è soggetta a rigorose chiusure, è al centro dell’epidemia del paese.

“Siamo molto vicini al limite perché abbiamo avuto un notevole aumento della necessità e della domanda di cure mediche, letti e ventilatori nelle unità di terapia intensiva”, ha detto Piñera in apertura. di un nuovo ospedale da campo nella capitale domenica.

  • L’America Latina è il prossimo epicentro del coronavirus?

Negli ultimi giorni si sono verificati disordini per le restrizioni ai coronavirus a Santiago, con scontri tra manifestanti e polizia a causa della carenza di cibo durante il blocco.

Durante il fine settimana, il governo ha annunciato l’intenzione di fornire un reddito di base d’emergenza per aiutare circa un quarto dei cileni a far fronte all’impatto economico della pandemia.

Quasi 1,8 milioni di persone riceveranno il pagamento sabato, ha detto il presidente, e altri tre milioni di persone dovrebbero essere pagati il ​​10 giugno.

Il servizio durerà tre mesi.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *