Coronavirus: il primo ministro italiano Conte annuncia l’uscita dal piano di chiusura

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaLa preclusione in Italia mette i ristoranti fuori dal mercato

L’Italia annuncerà il suo piano per uscire gradualmente dal suo blocco entro la fine di questa settimana, ha dichiarato il Primo Ministro Giuseppe Conte.

In un articolo di Facebook, Conte ha affermato che il Paese non potrebbe abbandonare la sua politica di “massima cautela” e ha dichiarato che l’Italia riaprirà in conformità con la “politica scientifica seria”.

“Un’aspettativa ragionevole è che lo applicheremo dal 4 maggio”, ha detto.

L’Italia ha riportato 24.114 morti, il più alto in Europa.

I dati diffusi lunedì hanno mostrato che il numero di persone ufficialmente confermate infette dal coronavirus è diminuito per la prima volta dall’inizio dell’epidemia. Le autorità italiane hanno dichiarato che il calo simbolico di 20 casi è uno “sviluppo positivo”.

La terza economia nella zona euro è stata oggetto di misure di preclusione dal 9 marzo, intese a combattere la diffusione del virus.

I paesi europei stanno lentamente iniziando ad allentare le restrizioni su affari e istruzione. Tuttavia, non esiste alcun coordinamento tra gli Stati.

Alcuni paesi come la Danimarca hanno già riaperto le scuole elementari, mentre martedì il governo spagnolo sta esaminando come facilitare le sue severe restrizioni e consentire ai bambini di uscire.

Cosa ha detto il Primo Ministro italiano?

Conte ha pubblicato la sua dichiarazione su Facebook martedì mattina, insistendo sul fatto che il governo sta lavorando instancabilmente per coordinare i progressi verso la “fase due” del suo blocco – “coesistenza” con il virus.

“Vorrei poter dire, apriamo tutto. Proprio ora”, ha scritto. “Ma una tale decisione sarebbe irresponsabile. Condurrebbe la curva di contagio in modo incontrollato e metterebbe a repentaglio tutti gli sforzi che abbiamo fatto finora.”

“Il rilassamento delle misure deve essere fatto sulla base di un piano ben strutturato e articolato”, ha aggiunto, aggiungendo che l’Italia “non può abbandonare la linea della massima prudenza”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaL’Italia ha chiuso i parchi durante il blocco, ma apre per i bambini autistici

Le attuali restrizioni di quarantena nazionali scadono ufficialmente il 3 maggio. Conte ha detto che avrebbe annunciato il piano su come uscire dal blocco “entro la fine di questa settimana”.

“Una previsione ragionevole è che la applicheremo dal 4 maggio”, ha concluso.

E gli altri blocchi europei?

Molti paesi europei hanno lentamente iniziato ad allentare le restrizioni questa settimana, con Germania, Austria, Danimarca e Repubblica Ceca tra i paesi per consentire ad alcune società di riaprire.

Non esiste tuttavia alcun coordinamento a livello dell’UE e i paesi riaprono a ritmi diversi.

La Danimarca è stata la prima in Europa a consentire agli studenti di tornare in classe, con studenti di età inferiore ai 12 anni che hanno ripreso gli studi la scorsa settimana.

La Norvegia ha permesso agli studenti dell’asilo di tornare lunedì, a condizione che portino i loro pranzi e seguano le nuove norme igieniche.

Ma gli studenti più grandi di tutta Europa rimangono a casa. La Francia ha ufficialmente esteso il suo blocco nazionale fino all’11 maggio, ma anche dopo tale data, le scuole non dovrebbero tornare immediatamente.

“L’11 maggio non porteremo tutti gli studenti in classe, come se riprendessimo normalmente”, ha detto martedì il ministro dell’istruzione Jean-Michel Blanquer.

È probabile che le scuole primarie tornino questa settimana, seguite dagli studenti dell’ultimo anno dal 18 maggio e da tutti gli studenti dal 25 maggio, ha affermato.

La Spagna ha implementato una delle serrature più rigorose. I bambini di qualsiasi età non sono ammessi all’esterno per nessun motivo.

Il governo dovrebbe attenuare queste misure martedì, secondo i rapporti secondo i quali ai minori di 12 anni sarà consentito di uscire con severe restrizioni.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaGli studenti provenienti da Danimarca, Spagna, Giappone e Inghilterra spiegano come si stanno adattando a un nuovo modo di vivere
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *