Coronavirus: la Banca mondiale mette in guardia 60 milioni di persone a rischio di “povertà estrema”

Copyright dell’immagine
Getty Images

Fino a 60 milioni di persone saranno spinte nella “povertà estrema” dal coronavirus, avverte il presidente della Banca mondiale.

David Malpass ha dichiarato che la banca prevede che la crescita economica globale diminuirà del 5% quest’anno mentre i paesi si trovano ad affrontare la pandemia.

Ciò ha già portato a milioni di persone a perdere il lavoro e le imprese falliscono, con i paesi più poveri che ne sentono il peso.

“Milioni di mezzi di sussistenza sono stati distrutti e i sistemi sanitari di tutto il mondo sono sottoposti a gravi tensioni”, ha affermato.

“La nostra stima è che fino a 60 milioni di persone saranno immerse nella povertà estrema – il che cancella tutti i progressi compiuti nella lotta alla povertà negli ultimi tre anni”, ha ammonito Malpass martedì.

La Banca Mondiale definisce “povertà estrema” vivere con meno di $ 1,90 (£ 1,55) a persona al giorno.

Il finanziatore con sede a Washington offre 160 miliardi di dollari in sovvenzioni e prestiti a basso interesse per aiutare i paesi poveri ad affrontare la crisi. Malpass ha affermato che 100 paesi, che ospitano il 70% della popolazione mondiale, hanno già ricevuto finanziamenti di emergenza.

“Sebbene la Banca mondiale fornisca risorse significative, non sarà sufficiente”, ha aggiunto. “Ero un po ‘frustrato dalla lentezza del ritmo. I creditori commerciali, nel complesso, continuano a ricevere pagamenti anche dai paesi più poveri e deve esserci un movimento più rapido”.

La Banca mondiale ha lavorato con il Fondo monetario internazionale (FMI) su un programma che consente ai paesi poveri di chiedere la riduzione del debito sui rimborsi dei prestiti dovuti ai membri del G20 fino alla fine di quest’anno.

Allo stesso tempo, Jamie Dimon, CEO di JP Morgan Bank, ha affermato che la pandemia di coronavirus dovrebbe servire da “sveglia” per costruire una società più giusta.

“Spero sinceramente che useremo questa crisi come catalizzatore per ricostruire un’economia che crei e mantenga opportunità per molte più persone, in particolare quelle che sono rimaste troppo a lungo”, ha scritto prima dell’assemblea annuale degli azionisti. dalla banca martedì.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *