=

Coronavirus: la Giordania facilita il coprifuoco indefinito e consente l’apertura di negozi

Coronavirus: la Giordania facilita il coprifuoco indefinito e consente l'apertura di negozi

Copyright dell’immagine
EPA

leggenda

Martedì, la gente si è affollata intorno agli autobus che distribuivano pane in alcune zone di Amman

La Giordania ha allentato un coprifuoco indefinito di 24 ore imposto per cercare di limitare la diffusione del coronavirus.

I ministri hanno affermato che alla gente non sarebbe permesso lasciare le proprie case e che i comuni avrebbero consegnato pane e acqua.

Ma il Primo Ministro Omar Razzaz ha affermato che ora sarebbero in grado di raggiungere a piedi piccoli negozi di alimentari, panetterie e farmacie locali.

Ad oggi, il paese ha riportato 153 casi di Covid-19 ma nessun decesso.

Il governo ha imposto un coprifuoco sabato, inizialmente per tre giorni, sostenendo che troppe persone avevano infranto le chiamate per rimanere a casa.

Quando le restrizioni sono diventate illimitate lunedì, il re Abdullah II ha espresso fiducia nella capacità dei giordani di affrontare la sfida della lotta alla pandemia.

“I miei fratelli e sorelle, la mia famiglia, il mio popolo e la mia fonte di coraggio, ognuno di voi è un soldato di questa nazione, ognuno al suo posto”, ha detto.

  • Gaza: virus temuto nella striscia affollata
  • Israele: la paziente 74 parla della sua esperienza

Prima dell’inizio del coprifuoco, il governo aveva avvertito le persone che le violazioni sarebbero state punite fino a un anno di prigione.

I ministri hanno affermato che pane e acqua saranno distribuiti alle famiglie da veicoli municipali, autobus e compagnie di consegna ogni giorno. A poco a poco, saranno disponibili altri prodotti di base, hanno aggiunto.

Copyright dell’immagine
EPA

leggenda

Le forze di sicurezza sono state dispiegate nelle strade per garantire che il coprifuoco non sia stato violato

martedì I giordani condividono video di autobus che attaccano in alcuni quartieri dalla capitale, Amman, mentre in altri i residenti sono stati visti fare la fila in modo ordinato e sicuro.

“È stato un processo ed un errore in un momento molto critico”, ha detto Lubna Wardeh, residente nella capitale Amman, mentre aspettava che arrivasse un autobus con rifornimenti per poter acquistare cibo. pane e acqua.

“Queste persone impazzite hanno ripristinato la nostra quarantena.”

Un funzionario della sicurezza ha riferito all’agenzia di stampa AFP che da sabato oltre 1.600 persone sono state arrestate per violazione del coprifuoco e portate nei centri di quarantena.

Martedì sera, il Primo Ministro ha affermato che le restrizioni erano state allentate e che le persone di età compresa tra i 16 e i 60 anni avrebbero potuto lasciare la propria casa tra le 10:00 e le 18:00 per recarsi nei negozi per acquistare forniture.

I grandi supermercati saranno in grado di vendere prodotti online per la consegna a partire da giovedì.

“Capisco la preoccupazione e l’ansia”, ha dichiarato Razzaz. “Il coprifuoco non è uno stato naturale che abbiamo mai sperimentato prima e ci influenza negativamente e psicologicamente.”

Ma il signor Razzaz ha sottolineato la necessità di un allontanamento sociale e ha avvertito che qualsiasi sovraffollamento, spinta o spinta avrebbe causato la chiusura immediata dei negozi.

“O c’è disciplina o chiuderemo i negozi dove vediamo la congestione”, ha detto.

Copyright dell’immagine
EPA

leggenda

Il re Abdullah disse di essere fiducioso che i giordani avrebbero affrontato la sfida di combattere Covid-19

La scorsa settimana, il re Abdullah ha emesso un decreto che accordava al governo ampi poteri per limitare i diritti fondamentali.

Il signor Razzaz ha promesso in quel momento di raggiungerlo nella “misura minima” e di non invadere i diritti politici, la libertà di espressione o la proprietà privata.

Il governo ha già chiuso i confini terrestri e aerei della Giordania, convertito più di 30 hotel in centri di quarantena per le persone che arrivano dall’estero e ha chiuso attività commerciali e uffici pubblici e privati.

Recommended For You

Italo V  Lucciano

About the Author: Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=