=

Coronavirus: l’app di tracciamento ha come target un milione di download

Copyright dell’immagine
Zoe

leggenda

L’applicazione è disponibile negli store di applicazioni Apple e Google Play

Un’app che tiene traccia dei sintomi di Covid-19 nel Regno Unito è diventata uno dei download più popolari.

I suoi creatori mirano a spiegare perché alcune persone contraggono la malattia più severamente di altre.

Sperano anche di creare una mappa che mostri dove si verificano le epidemie e che aiuti a distinguere i casi da quelli del raffreddore comune.

Questa è una di queste nuove applicazioni. Gli esperti hanno avvertito le persone di fare attenzione a ciò che scaricano.

Covid Symptom Tracker è attualmente la terza app più popolare nel negozio Apple nel Regno Unito e la seconda nella tabella delle nuove versioni di Google Play per il paese.

I suoi sviluppatori hanno come target un milione di download in 24 ore.

Il programma è stato condiviso migliaia di volte tramite WhatsApp e altre piattaforme di social media.

Creato in soli tre giorni, ha già raggiunto i 750.000 download e, secondo i suoi sviluppatori, viene installato 50.000 volte all’ora.

È stato creato da ricercatori degli ospedali di Guy e St Thomas e della King’s College University di Londra, in collaborazione con Zoe, la società di consulenza nutrizionale.

L’app è stata progettata dal professor Tim Spector, epidemiologo genetico al King’s College, specializzato in genetica e storia medica dei gemelli da 25 anni.

“Ero piuttosto depresso perché chiudevano tutto all’università e pensavo che i gemelli fossero le persone meglio studiate nel paese, quindi come possiamo usare queste informazioni in questa crisi?” ha detto alla BBC.

Inizialmente, l’applicazione è stata resa disponibile solo ai gemelli che stavano partecipando ai suoi studi, ai quali è stato inviato un kit di test a casa per capire meglio quali sintomi corrispondevano all’infezione da coronavirus.

Ma il professore si rese conto che poteva essere esteso al grande pubblico, senza l’oggetto del test.

“L’NHS non ha trovato un’alternativa migliore e questa app sembra funzionare. Speriamo di raggiungere un milione di download entro la fine della giornata e saremo anche pronti a rilasciare i dati da parte dell’NHS. modellatori di dati e ricercatori con cui giocare “, ha affermato.

Il software richiede agli utenti di condividere informazioni personali, inclusi età, dimensioni e storia medica. Chiede alle persone di descrivere i sintomi, se li hanno, quotidianamente e dare una lettura della temperatura.

Il professor Spector ha affermato che ciò potrebbe potenzialmente aiutare il SSN:

  • scopri quanto rapidamente si sta diffondendo il virus in una determinata area ed evidenzia le regioni ad alto rischio del paese
  • comprendere meglio i sintomi, comprese le differenze tra quelle del virus e il raffreddore comune
  • spiegare perché alcune persone sviluppano una malattia lieve mentre altre si ammalano gravemente

Un portavoce di Zoe ha dichiarato alla BBC che tutti i dati condivisi sarebbero stati resi anonimi e che nessun dato condiviso nell’app sarebbe stato utilizzato a fini commerciali. Ha aggiunto che gli utenti potrebbero eliminare tutti i loro record dopo la fine della crisi.

Mentre spam e malware salivano alle stelle in seguito alla pandemia, un esperto ha detto che le persone dovrebbero fare attenzione a non scaricare altre app che dovrebbero aiutare a combattere i coronavirus.

“Sono preoccupato per l’ondata di siti Web e applicazioni progettati per consentire alle persone di segnalare i loro sintomi di Covid-19”, ha dichiarato lo specialista della privacy Pat Walshe.

“Ho trovato difficile, se non impossibile, determinare chi c’è dietro un certo numero di loro. Non adottano standard adeguati per il rispetto della legge sulla protezione dei dati e vedo un’etica discutibile.

“Potrebbe essere utile un’app? Sì, forse. Ma penso che abbiamo bisogno del SSN per coordinarla per fornire fiducia, sicurezza e protezione.”

Il professor Spector concorda sul fatto che le persone devono stare attente.

“Ci sono molte truffe e cose false che cercano di ottenere le tue informazioni di contatto”, ha detto.

Le persone che desiderano scaricare il file Tracker Covid-19 puoi farlo dall’Apple App Store e da Google.

Avatar

Accardi

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=