=

Coronavirus: linee da crociera messe in quarantena con quokkas

leggenda

È comune vedere i turisti sull’isola di Rottnest avvicinarsi all’animale

Centinaia di passeggeri delle navi da crociera devono essere messi in quarantena per il coronavirus su un’isola che ospita uno dei marsupiali più carini dell’Australia: il soffice quokka.

Circa 800 australiani a bordo del Vasco de Gama trascorreranno 14 giorni sull’isola di Rottnest al largo della costa occidentale.

Avrebbero dovuto arrivare a Perth venerdì, ma le autorità hanno effettivamente proibito alle navi da crociera di attraccare lì.

Questo segue la Principessa Ruby che scarica 2.700 passeggeri a Sydney, più di 130 dei quali hanno un coronavirus.

Il quokka dall’aspetto allegro è un piccolo marsupiale da un piccolo angolo nell’Australia sudoccidentale e considerato in via di estinzione.

Si trovano principalmente sull’isola di Rottnest dove non hanno predatori e compaiono regolarmente nei selfie con i turisti, al punto che ci sono stati avvisi che troppa attenzione potrebbe essere una cosa negativa. .

Rottnest è un luogo di villeggiatura, famoso anche per le sue spiagge sabbiose e le acque cristalline.

Copyright dell’immagine
Getty Images

leggenda

Migliaia di passeggeri hanno lasciato la Principessa Ruby, ignara di un focolaio di Covid-19 a bordo

I cittadini australiani verranno trasportati come gruppo sull’isola da Vasco da Gama, rapporti ABC.

Ma i passeggeri e l’equipaggio stranieri dovrebbero rimanere a bordo fino a quando non possono essere imbarcati direttamente, ha dichiarato il Primo Ministro dell’Australia occidentale Mark McGowan.

Lo stato ha anche bloccato l’attracco di altre due navi da crociera.

Sia Magnifica che Artana hanno riportato passeggeri malati a bordo. Non ci sono australiani a bordo di queste navi, dice ABC.

A tutti i visitatori fu ordinato di lasciare l’isola per prepararla alla quarantena.

La Ruby Princess è la più grande fonte di infezione in Australia e ha causato molta rabbia. Un passeggero è morto martedì in ospedale.

L’Australia ha confermato oltre 2.400 casi di coronavirus e ha annunciato mercoledì che una nona persona è morta nell’epidemia.

L’uomo di 68 anni del Queensland era a bordo di un’altra nave da crociera – il Royal Caribbean’s Voyager of the Seas – che attraccò a Sydney il 18 marzo.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCinque modi per isolarti con successo per prevenire la diffusione del coronavirus
Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

=