Coronavirus: lo scoppio in Germania innesca una nuova chiusura locale

Copyright dell’immagine
EPA

Leggenda

Le autorità hanno inviato forniture ai lavoratori in quarantena nell’impianto di confezionamento della carne di Tönnies

Le autorità tedesche stanno ripristinando le misure di preclusione locali dopo un focolaio collegato a un impianto di confezionamento di carne.

Oltre 1.300 dipendenti nell’impianto di confezionamento della carne di Tönnies sono ora risultati positivi al virus.

Il primo ministro della Renania settentrionale-Vestfalia, Armin Laschet, ha dichiarato che le restrizioni torneranno al distretto di Gütersloh, che ospita circa 360.000 persone.

Questo è il primo ritorno delle misure di contenimento da quando la Germania ha iniziato a revocare il blocco a maggio.

Laschet ha detto che la preclusione sarebbe durata fino al 30 giugno e ha definito la mossa “una misura preventiva”.

La Germania è stata ampiamente elogiata per la sua risposta alla pandemia, ma si teme che le infezioni aumentino di nuovo.

Lothar Wieler, capo dell’agenzia di sanità pubblica del paese, il Robert Koch Institute (RKI), ha detto martedì ai giornalisti che il paese era a rischio di una seconda ondata di infezioni, ma ha detto che era ottimista sulla prevenzione.

Attualmente, il tasso di riproduzione – il numero R che indica quante persone una persona infetta può diffondere il virus – in Germania è stimato a 2,76.

Ma le autorità hanno sottolineato che gli scoppi rimangono localizzati.

Il numero R deve essere inferiore a uno affinché i tassi di infezione diminuiscano.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaQual è il numero R e cosa significa?

Cosa sta succedendo a Gütersloh?

Laschet ha descritto l’epidemia legata al vicino impianto di confezionamento di carne Tönnies come il “più grande incidente di infezione” nel paese.

“Abbiamo deciso che sono necessarie ulteriori misure”, ha detto ai giornalisti.

Bar, musei, cinema e palestre devono chiudere tutti. Le misure di allontanamento sociale sono tornate in vigore.

Ci sarà anche una quarantena obbligatoria per tutti i dipendenti dell’impianto interessato. Ulteriori forze di polizia saranno impiegate per applicare le misure, accompagnate da traduttori che parleranno con i lavoratori migranti.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *