Coronavirus olandese: il primo ministro Mark Rutte non ha visitato una madre morente per settimane per conformarsi al blocco del coronavirus

Rutte ha annunciato lunedì che sua madre, Mieke Rutte-Dilling, 96 anni, è morta il 13 maggio. Non è morta per Covid19.

Il Primo Ministro gli ha anche reso omaggio in un comunicato stampa. “Oltre alla grande tristezza e a tutti i bei ricordi, anche io e la mia famiglia proviamo un senso di gratitudine per il fatto che ci è stato permesso di averlo con noi per così tanto tempo”, ha scritto. “Ora le abbiamo detto addio in una cerchia familiare e speriamo di essere in grado di far fronte a questa grande perdita di pace nel prossimo futuro.”

L’annuncio di Rutte arriva dopo che altri politici si sono confrontati con domande sul loro comportamento durante il blocco.

L’ultimo scandalo che ha avuto luogo nel Regno Unito, dopo che è stato rivelato che Dominic Cummings, Il primo assistente politico del Primo Ministro Boris Johnson, aveva percorso 260 miglia attraverso l’Inghilterra in un momento in cui al pubblico veniva chiesto di non lasciare le proprie case.

Il portavoce di Rutte ha detto alla Galileus Web martedì che il primo ministro olandese “ha rispettato tutte le misure restrittive contro i coronavirus e non ha visitato sua madre per più di otto settimane”.

“Tuttavia, le misure di contenimento lasciano spazio per dire addio a un membro della famiglia morente nell’ultima fase. Il Primo Ministro è rimasto con sua madre la sua ultima notte.”

I Paesi Bassi hanno imposto restrizioni oltre due mesi fa, a metà marzo, per prevenire la diffusione del virus.
Entro martedì, il virus aveva infettato oltre 45.000 persone nel paese e ucciso oltre 5.800, secondo i dati della Johns Hopkins University.
I Paesi Bassi stanno lentamente allentando le restrizioni, con le scuole secondarie, i caffè e i ristoranti che dovrebbero riaprire a giugno, ha detto Reuters.
Adelmio C  Calabrese

Adelmio C  Calabrese

Adelmio ha recensito gadget per oltre 5 anni e ha iniziato la sua carriera rivedendo smartphone. Ha iniziato a recensire gli smartwatch quando Android Wear era una cosa e continua a rivedere i dispositivi indossabili per il fitness. Un audiofilo, ogni tanto rivede anche i prodotti audio. Mentre rivedere gli smartphone lo tiene impegnato durante la settimana, ama distendersi facendo lunghi viaggi durante i fine settimana. Un completo benzinaio che ama la tecnologia e può parlare di bhp e GHz per tutto il giorno. È un amante della tecnologia e anche un grande giornalista di Breaking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *