Coronavirus: Qantas taglierà 6.000 lavori a causa della pandemia

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Il corriere nazionale australiano afferma di essere stato colpito “molto duramente” dal virus

Qantas taglierà 6.000 lavoratori nel tentativo di rimanere a galla durante la pandemia di coronavirus, ha detto la compagnia aerea.

I tagli rappresentano circa un quinto della forza lavoro della compagnia aerea prima della crisi di Covid-19. A marzo ha messo in licenza oltre l’80% del personale.

Il vettore nazionale australiano ha dichiarato che il crollo del trasporto aereo globale ha devastato le entrate.

Il governo australiano ha dichiarato la scorsa settimana che il confine probabilmente rimarrebbe chiuso l’anno prossimo.

Ciò ha indotto Qantas a cancellare tutti i voli internazionali fino alla fine di ottobre, ad eccezione di quelli verso la Nuova Zelanda.

Giovedì, il CEO Alan Joyce ha dichiarato che la compagnia aerea prevede che le entrate diminuiranno nei prossimi tre anni, costringendola a diventare un’azienda più piccola per sopravvivere.

“Le azioni che dobbiamo intraprendere avranno un impatto enorme su migliaia di persone”, ha affermato in una nota.

“Ma il crollo di miliardi di dollari di entrate ci lascia con poca scelta se vogliamo salvare il maggior numero possibile di posti di lavoro a lungo termine.”

Coronavirus e viaggi aerei:

  • Virus spinge le compagnie aeree nell’anno “peggiore” di sempre
  • Salire a bordo di un aereo è sicuro?

Joyce ha aggiunto che Qantas e la sua controllata di bilancio Jetstar continueranno ad estendere il periodo di congedo di circa 15.000 lavoratori “in attesa del recupero che sappiamo sta arrivando”.

L’Australia ha appiattito la sua curva virale più velocemente di altri paesi, il che significa che la domanda di voli interni è tornata e dovrebbe riprendersi completamente entro il 2022.

Ma la domanda internazionale in quel momento dovrebbe essere la metà di quello che era, ha detto la compagnia aerea.

Joyce ha affermato che metà dei lavoratori sospesi di Qantas probabilmente torneranno a lavorare sui voli domestici entro la fine dell’anno, ma il resto – il personale di volo internazionale – “tornerà più lentamente”.

La compagnia aerea prevede inoltre di raccogliere 1,9 miliardi di dollari (1,05 miliardi di sterline) in azioni – la sua prima iniziativa di questo tipo da 10 anni – per raccogliere nuovi fondi e aiutare a “accelerare” il suo recupero .

Altri risparmi a breve termine saranno trovati immobilizzando fino a 100 aeromobili, compresa la sua flotta A380, e rinviando l’acquisto di nuovi aeromobili, afferma la nota.

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

Saranno messi a terra fino a 100 aerei

La compagnia aerea ha affermato che il suo massiccio programma di fidelizzazione – che ha 13 milioni di membri, circa la metà della popolazione australiana – sarebbe la sua migliore speranza di recupero finché i confini rimarranno chiusi.

L’altra grande compagnia aerea australiana, Virgin Australia, è caduta sotto amministrazione volontaria ad aprile e viene attualmente venduta.

  • Virgin Australia crolla sotto amministrazione

La International Air Transport Association (IATA) – la principale agenzia per le compagnie aeree – ha avvertito che i ricavi delle compagnie aeree globali sono diminuiti del 55% rispetto ai livelli del 2019. ci vorranno più di tre anni affinché i viaggi globali tornino ai livelli del 2019.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *