Coronavirus: quali indicazioni sulla salute circolano online?

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Attenersi a una dieta vegetariana può essere salutare, ma non fermerà il coronavirus

Mentre la pandemia di coronavirus continua a colpire i paesi di tutto il mondo, i consigli sulla salute falsi e fuorvianti sono ancora ampiamente diffusi online.

Abbiamo esaminato alcuni degli esempi più recenti e le loro origini.

1. Medici che non hanno raccomandato il vegetarianismo

Spesso i messaggi saranno condivisi con consigli generalmente validi ma mescolati con accuse aggiuntive che sono chiaramente fuorvianti e persino potenzialmente pericolose. Poiché sono spesso condivisi su piattaforme di social media crittografate, possono essere difficili da seguire.

Due delle principali istituzioni mediche indiane e un importante medico indiano hanno criticato un falso messaggio ampiamente diffuso nei gruppi di WhatsApp attribuendo loro consigli sulla salute.

Il messaggio contiene un lungo elenco di precauzioni per evitare il virus, molte delle quali molto sensibili, come l’isolamento sociale, le aree sovraffollate e il rispetto dell’igiene personale.

Ma consiglia anche una dieta vegetariana ed evita di indossare cinture, anelli o orologi da polso.

Nessuna di queste misure ha dimostrato protezione contro il virus.

Comprende i consigli nutrizionali dell’OMS per Covid-19 consumare proteine ​​e mangiare frutta e verdura, al fine di avere una dieta equilibrata e rimanere sani.

2. Il vaccino antinfluenzale non aumenta il rischio per Covid-19

Questo è un punto importante da sottolineare, in quanto indica un vero studio, ma trae conclusioni fuorvianti.

Un post di Facebook ampiamente condiviso afferma che se hai avuto un vaccino antinfluenzale, hai molte più probabilità di ottenere Covid-19.

Il messaggio si riferisce a uno studio pubblicato dall’esercito americano come prova.

Ma questo studio è stato pubblicato nell’ottobre 2019, prima che fosse identificato il virus Sars-CoV-2 responsabile di Covid-19 e i dati utilizzati provenivano dalla stagione influenzale 2017-18.

A scanso di equivoci, non ci sono prove che un vaccino antinfluenzale aumenti il ​​rischio di contrarre Covid-19.

Le linee guida dei Centri statunitensi per il controllo delle malattie sono chiare: “I vaccini antinfluenzali non rendono le persone più sensibili alle altre infezioni respiratorie”.

3. L’uso prolungato delle maschere non è dannoso

Un altro articolo fuorviante pubblicato sui social network afferma che l’uso prolungato delle maschere è pericoloso per la salute.

Il reclamo è apparso per la prima volta online in spagnolo ed è stato ampiamente distribuito in Sud e Centro America.

Una traduzione si è poi fatta strada nei media inglesi, incluso un sito di notizie nigeriano che è stato condiviso più di 55.000 volte su Facebook.

L’articolo afferma che la respirazione prolungata mentre indossa le maschere provoca l’inalazione di anidride carbonica, che provoca vertigini e affama il corpo di ossigeno. Si consiglia di sollevare le maschere ogni 10 minuti.

Il dott. Richard Mihigo dell’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato alla BBC che le affermazioni non sono vere e potrebbero in effetti essere pericolose.

“Le maschere non mediche e mediche sono realizzate in un tessuto altamente traspirante. Le maschere dovrebbero consentire di respirare normalmente e impedire il passaggio di particelle”, ha detto.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaCoronavirus: come indossare una copertina?

Dice anche che il consiglio che le persone dovrebbero continuare a sollevare le maschere per inalare per evitare effetti dannosi potrebbe esporle alla contaminazione.

In alcune situazioni, le maschere per il viso potrebbero non essere consigliate:

  • bambini di età inferiore ai due anni i cui polmoni non sono completamente sviluppati
  • persone con problemi respiratori che potrebbero avere difficoltà a respirare

4. Il fumo non aiuta a tenere lontano il virus

Ed ecco un’affermazione che continua a ripetersi, quella che i fumatori vorrebbero vedere vera, ma che non lo è.

Non ci sono prove che abbiano meno probabilità di essere a rischio per Covid-19, ma numerosi articoli suggeriscono che potrebbero esserlo.

Questo, ad esempio da UK Mail Online – condiviso decine di migliaia di volte, suggerisce che ci sia “ulteriori prove del fatto che il fumo può ridurre il rischio di coronavirus”.

Copyright dell’immagine
Getty Images

Leggenda

Il fumo può avere gravi conseguenze per la salute

Ha affermato che una revisione degli studi di diversi paesi ha dimostrato che i fumatori sono meno comuni nei pazienti Covid-19 che finiscono in ospedale del previsto.

Ha aggiunto che gli esperti hanno avuto difficoltà a spiegare se esistesse un collegamento.

Uno studio condotto da un grande ospedale francese ha suggerito che potrebbe essere la nicotina a impedire la diffusione dell’infezione da Covid-19.

Sono in corso ricerche per testare l’impatto dei cerotti alla nicotina e delle terapie sostitutive della nicotina sul coronavirus.

Ma l’OMS afferma: “Attualmente non ci sono informazioni sufficienti per confermare alcun legame tra tabacco o nicotina nella prevenzione o nel trattamento di Covid-19”.

Aggiunge che i fumatori sono più vulnerabili alle gravi malattie del coronavirus a causa di altri problemi di salute associati al fumo.

E c’è stato un chiaro consiglio medico che le persone che fumano dovrebbero smettere durante l’attuale pandemia, poiché potrebbe aumentare il rischio di una grave forma di malattia polmonare.

Ricerca di Shruti Menon a Delhi e Peter Mwai a Nairobi

Ulteriori informazioni su Reality Check

Inviaci le tue domande

Seguici su Twitter

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *