Coronavirus: risorgenze “molto importanti” in Europa allarmano l’OMS

Copyright dell’immagine
PA Media

Leggenda

Quasi 20.000 nuovi casi vengono registrati ogni giorno nella regione europea dell’OMS

L’Europa ha visto un aumento nei casi settimanali di Covid-19 per la prima volta da mesi, poiché le restrizioni per frenare la diffusione del virus sono state allentate, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

In 11 paesi, che non sono stati nominati, la trasmissione accelerata ha portato a risorgive “molto significative”, ha dichiarato il direttore regionale Dr Henri Henri Kluge.

I suoi avvertimenti sul rischio di rinascita si sono avverati, ha detto.

Se non monitorato, ha avvertito che i sistemi sanitari sarebbero “spinti sull’orlo”.

Nella regione europea dell’OMS sono stati segnalati oltre 2,6 milioni di casi di Covid-19 e 195.000 morti, che copre 54 paesi e sette territori in Europa, Medio Oriente e Asia centrale.

Ogni giorno vengono registrati quasi 20.000 nuovi casi e oltre 700 nuovi decessi.

“Per settimane ho parlato del rischio di una ripresa mentre i paesi adeguano le loro misure”, ha detto il dott. Kluge durante una conferenza stampa virtuale giovedì.

“In diversi paesi europei, questo rischio è diventato realtà – 30 paesi hanno visto un aumento di nuovi casi cumulativi nelle ultime due settimane.

“In 11 di questi paesi, la trasmissione accelerata ha portato a una ripresa molto significativa che, se lasciata incontrollata, spingerà nuovamente i sistemi sanitari sull’orlo”.

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

Didascalia dei mediaI paesi europei hanno iniziato a riaprire i loro confini

Il dottor Kluge ha affermato che paesi come Polonia, Germania, Spagna e Israele hanno risposto rapidamente a pericolose epidemie associate a scuole, miniere di carbone e ambienti di produzione alimentare e li hanno controllati attraverso interventi rapidi.

Nonostante gli avvertimenti della rinascita, ha affermato che l’OMS ha previsto che la situazione si sarebbe calmata maggiormente nella maggior parte dei paesi durante l’estate.

“Ma dobbiamo davvero prepararci per l’autunno, quando Covid-19 potrebbe anche incontrare influenza stagionale, polmonite, altre malattie, perché alla fine il virus continua a circolare attivamente nelle nostre comunità e non c’è trattamento ancora efficace, nessun vaccino efficace “. . “

Germania e Francia accettano di sostenere

Giovedì, Germania e Francia hanno annunciato il loro sostegno all’OMS dopo l’incontro con il suo direttore generale, Dr Tedros Adhanom Ghebreyesus, a Ginevra.

Il ministro della sanità tedesco Jens Spahn ha dichiarato che il suo paese prevede di donare oltre 500 milioni di euro ($ 560; £ 451 milioni) all’agenzia quest’anno.

Copyright dell’immagine
Reuters

Leggenda

I ministri della sanità tedeschi e francesi hanno espresso sostegno all’OMS a Ginevra

Ha sottolineato che le pandemie globali avevano bisogno di una risposta globale coordinata, aggiungendo: “Le risposte nazionali isolate ai problemi internazionali sono destinate al fallimento”.

Il ministro della sanità francese Olivier Veran ha impegnato 50 milioni di euro in finanziamenti diretti per l’OMS e altri 90 milioni di euro per il suo centro di ricerca di Lione.

“Credo davvero che il mondo abbia bisogno di un’organizzazione multilaterale più che mai. Penso che il mondo non possa sbarazzarsi dei suoi partner”, ha detto.

I leader europei volevano mostrare sostegno pubblico per l’OMS dopo che gli Stati Uniti chiamarono l’agenzia “il burattino della Cina” e dissero che avrebbe tagliato i finanziamenti e se ne sarebbe andato.

Italo V  Lucciano

Italo V  Lucciano

Lucciano è caporedattore del National News Desk di Dico Digital, supervisionando la copertura delle ultime notizie sugli eventi nazionali. Da quando è arrivato a Dico News da Charlotte Observer nel 2018, ha avuto una mano in storie come il disastro petrolifero della BP, la morte di Osama bin Laden, le riprese della scuola di Sandy Hook e le conseguenze di Superstorm Sandy. Vive per le scadenze e le sue due giovani figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *