Coronavirus: un nuovo strumento di tracciamento Covid-19 appare sugli smartphone

Copyright dell’immagine
Getty Images

Uno strumento software di tracciamento Covid-19 è apparso nelle impostazioni di telefoni Android e iPhone come parte di un aggiornamento dei loro sistemi operativi.

Lo strumento “notifica esposizione” è disabilitato per impostazione predefinita e non è un’applicazione di tracciamento in sé.

Consente a un’applicazione di essere eseguita in background durante l’utilizzo di Bluetooth.

Ciò consente all’app di misurare la distanza tra due portatili – e quindi avvisare il proprietario del telefono se qualcuno vicino a loro prova Covid-19 in seguito.

Nel Regno Unito, al momento non è disponibile alcuna applicazione di ricerca dei contatti.

L’aggiornamento ha creato un po ‘di confusione, con le persone che hanno messo in discussione la nuova aggiunta ai loro telefoni sui social media.

“Questa non è una nuova applicazione, ma un ulteriore elemento aggiunto ai sistemi operativi telefonici per consentire agli sviluppatori approvati di creare applicazioni che possono potenzialmente avvisare della vicinanza di individui infetti”, ha affermato il professor Alan Woodward. , informatico presso l’Università del Surrey.

“Solo le app approvate da Google e Apple verranno incluse nei loro app store dove tentano di utilizzare questa funzione.”

Copyright dell’immagine
APPLE / GOOGLE

Leggenda

Gli strumenti (Apple a sinistra, Android a destra) sono apparsi nelle impostazioni del telefono

Su iPhone, è possibile trovarlo nell’applicazione Impostazioni, tramite il menu Privacy, quindi nella sottosezione di integrità. Sui telefoni Android, è nella sezione Google (servizi e preferenze) del menu delle impostazioni.

Non funziona con la famosa app Covid Symptom Study, che è stata scaricata più di 3 milioni di volte.

Un team di sviluppatori del SSN aveva costruito e testato un cercatore di contatti sull’isola di Wight, ma il governo del Regno Unito sta ora pianificando di integrare software sviluppato da Apple e Google.

Questo strumento fa parte di questa collaborazione tra i giganti della tecnologia.

Consente ai telefoni di scambiare dati e avvisare le persone se si trovano vicino a qualcuno con coronavirus.

Tuttavia, questi dati non vengono archiviati in alcun luogo centralmente, cosa che il Regno Unito inizialmente voleva fare.

Avatar

Elario Necci

Accardi è un produttore digitale di Dico News con sede in Italia. Copre le ultime notizie e scrive sulla regione di Itlay, con particolare attenzione ai diritti umani. Prima di entrare a far parte di Dico News nel 2018, Accardi è stato redattore e scrittore presso TEME e produttore di video per i media in esilio in Myanmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *